12.6.14

Spaghetti al sugo con polpette di Okara



La mia versione vegana di un piatto dei ricordi che preparava la mia nonnina: gli spaghetti al sugo con le polpette. Ricordo ancora il profumo della salsa che preparava lei, ricca di verdure e arricchita da una noce di burro, a completare il tutto le polpettine di carne cotte nel sugo.
Ora finalmente posso tornare indietro nel tempo ma senza sensi di colpa: ho usato un po' di margarina in sostituzione del burro, lo so che sarebbe meglio non usarla, non è una cosa molto sana, ma io volevo in qualche modo ritrovare un sapore che mi richiamasse alla memoria il sugo della mia nonna. Le polpettine invece le ho preparate con l'okara di soia, naturalmente non ho potuto cuocerle direttamente nel sugo, poiché non contenendo uova si sarebbero sicuramente disfatte con una cottura in umido, allora le ho prima rosolate per bene in un po' di olio in modo da sigillarle e aggiunte al sugo poco prima di spegnere il fuoco per farle insaporire, poi le ho tolte insieme a un po' di sughetto e messe da parte (questo perchè altrimenti si sarebbero sicuramente rotte mescolando la pasta nel sugo), poi le aggiunte sopra alla pasta dopo aver suddiviso in porzioni.
Vi lascio la ricetta e vi auguro una buona giornata!!


Ingredienti per le polpette:

500 g di okara  500 g di patate bollite  2 spicchi d'aglio  un mazzetto di prezzemolo  due cucchiai di semi misti (sesamo, lino, papavero, girasole, zucca) ▪ sale  pepe  farina di ceci qb  farina di mais tostata

Preparate un trito finissimo con aglio e prezzemolo.
In una terrina mettete l'okara, la patata schiacciata, i semi misti, il trito d'aglio, sale e pepe.
Amalgamate bene aggiungendo farina di ceci quanto basta ad ottenere un composto che stia insieme.
Bagnatevi le mani, formate delle polpette della grandezza desiderata e rotolatele nella farina di mais.
In una padella scaldate l'olio, unite le polpettine e rosolatele a fuoco dolce girandole da tutte le parti.
Toglietele dal fuoco e mettetele a scolare su della carta da cucina.




Ingredienti per il sugo:

1 cipolla ▪ 1 carota ▪ 1 costa di sedano  basilico  4 cucchiai di olio di oliva  1 noce di margarina  800 g di pomodori o pelati  2 foglie di salvia (o di alloro) ▪ sale  pepe 

Soffriggete la cipolla tritata nell'olio e nella margarina con il sedano e la carota tritati molto finemente.
Quando il soffritto sarà dorato versate il pomodoro tritato grossolanamente.
Aggiustate di sale e pepe ed eventualmente correggete l'acidità del pomodoro con un pizzico di bicarbonato, aromatizzare con il basilico e la salvia (o l'alloro).
Fate cuocere a fiamma bassa fino a che sia ben concentrata.
Unite le polpette di Okara e fatele insaporire 2 minuti mescolando dolcemente, non fatele andare tanto altrimenti rischiano di disfarsi.
Togliete le polpette insieme a una parte di sugo e mettetele da parte.
Nel frattempo avrete cotto gli spaghetti al dente in abbondante acqua salata, versateli nel sugo rimasto in padella e amalgamate bene.
Suddivideteli in piatti individuali e distribuite su ognuno un po' di polpette con il sughetto.
Cospargete con parmigiano veg oppure mandorle grattugiate




2 commenti:

  1. Ciao Barbara, complimenti, gli spaghetti e le polpette hanno un ottimo aspetto. *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Anna per esserti unita anche a questo mio blog!!
      A presto!!

      Elimina

Un grazie a tutti voi che avete dedicato un po' del vostro tempo al mio blog.
Barbara