10.12.16

Crema di cachi e spezie (vegan, raw, gluten fre, senza zucchero)



Tra i frutti di stagione autunnali il mio preferito è il cachi, potrei vivere di questa meraviglia della natura per tutto l'inverno.
Quella che vi propongo oggi è una deliziosa crema di cachi cruda, senza zucchero e senza glutine ma arricchita da note speziate che ricordano il sapore dei dolci natalizi.
Potete decidere come servire questa golosità, se preferite una consistenza cremosa versatelo nelle coppette e fatelo raffreddare un'ora, se invece desiderate un vero e proprio budino versatelo in uno o più stampini e lasciatelo raffreddare di più.
Io lo preferisco più cremoso, la versione budino non mi ha entusiasmato.
Buona fine settimana a tutti!!


Ingredienti:
  • 5-6 cachi maturi
  • 4 datteri
  • 1 pezzettino di zenzero grattugiato
  • spezie macinate, quantità a piacere (anice stellato, cannella, noce moscata, chiodi di garofano, zenzero)
  • mandorle e datteri tritati per la decorazione
Preparazione molto semplice: frullate i cachi con la loro buccia (se ancora bella, altrimenti toglietela), i datteri e le spezie. Versate il composto nelle coppette e fate riposare in frigo oppure sul balcone, viste le temperature di questi giorni, sino ad ottenere la consistenza desiderata.







8.12.16

Vegan gnocchi di patate e farina di castagne al pesto di radicchio e noci



Gli gnocchi di patate e farina di castagne, conditi con un pesto di radicchio rosso e noci.
La leggera dolcezza delle castagne e il retrogusto leggermente amarognolo del radicchio rosso si fondono e si bilanciano con equilibrio. Un piatto perfetto per tutti i palati.
Buona serata!!


Ingredienti:



Lessate le patate in abbondante acqua salata, riducetele in purea con lo schiacciapatate e fatele raffreddare 10 minuti.
Unite il sale, la noce moscata la farina di castagne e un po' di farina 00
Iniziate a lavorare il composto aggiungendo un po' alla volta la rimanente farina fino ad ottenere un impasto omogeneo e morbido (la quantità di farina potrebbe variare leggermente in base a quanta ne richiedono le patate).
Con il palmo della mano fate scorrere un po' di impasto sulla tavola infarinata dandogli la forma di un lungo bastoncino, e con un coltello leggermente unto o infarinato ricavate dei pezzettini lunghi circa tre cm.
Passateli su un rigagnocchi o sul retro di una grattugia.
Nel frattempo fate bollire abbondante acqua salata dove cuocerete gli gnocchi un po' alla volta, togliendoli con una schiumarola man mano che verranno a galla.
Conditeli con il vegan ragù di radicchio rosso e noci e dividete nei piatti.




6.12.16

Vegan pesto di radicchio rosso e noci




Ingredienti:

  • 300 g di radicchio rosso
  • 1 spicchio d'aglio
  • qualche granello di sale grosso
  • 50 g di noci sgusciate
  • 50 g di semi di girasole
  • 50 g di semi di sesamo
  • 2 cucchiai di lievito alimentare in scaglie
  • 170 ml circa di olio extravergine di oliva


Lavate, asciugate bene le foglie di radicchio e tagliatele a striscioline.
Mettete tutti gli ingredienti (tranne l'olio) in un robot da cucina e fate andare.
Con le lame in movimento versate l'olio un po' alla volta per regolare la densità della crema.
Quando varà raggiunto la densità desiderata versate il pesto in un vasetto, copritelo d'olio extravergine di oliva e conservate in frigo.

Se preferite preparare il pesto con il mortaio sappiate che sarà un lavoro abbastanza lunghetto, comunque procedete così:
Lavate, asciugate bene le foglie di radicchio e tagliatele a striscioline.
Pestate l'aglio con il sale nel mortaio
Aggiungete un po' alla volta le foglie di radicchio e lavorate ruotando leggermente il pestello
Aggiungete ora le noci e pestate ancora, poi i semi di girasole e poi quelli di sesamo.
Unite ora il lievito in scaglie e l'olio di oliva poco per volta, mescolando bene.
A questo punto il nostro pesto è pronto, usatelo per condire pasta, gnocchi, tagliatelle o anche spalmato su golosi panini alle verdure.
Noi l'abbiamo gustato su un piatto di spaghetti.
Buono, buono!!!



26.11.16

Zuppa di fagioli e patate al rosmarino



Ed eccomi di nuovo con la ricetta di una nuova zuppa. Lo so..ultimamente vi propongo solo quelle, ma non posso farci niente, mi piacciono da impazzire e sulla mia tavola non devono mai mancare.
Vi auguro un buon fine settimana!!


Ingredienti:
  • 400 g di fagioli borlotti secchi
  • 2 l circa di acqua
  • 6 patate medie
  • 1 cipolla rossa, 1 costa di sedano, 1 piccola carota 
  • 2 spicchi d'aglio 
  • olio extravergine di oliva q. b.
  • 1 rametto di rosmarino tritato

Ammollate i fagioli per una notte, risciacquateli ed eliminate quelli che non sono in buono stato.
Scolateli e metteteli in una capace pentola in cui avrete versato l'acqua, la cipolla rossa, la carota, il sedano e le patate intere sbucciate.
Portate a bollore e cuocete per 30 minuti.
Dopo di che togliete 3 patate dalla pentola, tagliatele a cubetti e mettetele da parte.
Continuate la cottura dei fagioli a fuoco basso per un'altra ora o finchè non saranno teneri.
Prelevate dalla pentola tre mestoli di fagioli e uniteli alle patate a cubetti.
Eliminate dalla minestra sedano, carota e cipolla e frullate finemente la zuppa con un mixer ad immersione.
In una padella versate un po' di olio di oliva, unite l'aglio e il rosmarino finemente tritati e fate insaporire dolcemente per qualche minuto,
Aggiungete le patate a cubetti e i fagioli che avete messo da parte e fate insaporire il tutto per 10 minuti.
Togliete la zuppa dal fuoco, versatela nella scodelle individuali e completate il piatto versando su ognuno un po' di fagioli e patate e se gradito spolverizzate con parmigiano veg.





25.11.16

Zuppa di polenta e fagioli




Una ricetta simile alla Polenta Ficca di Massa Carrara, che io ho però personalizzato usando la cicoria catalogna invece delle erbe di campo e farina gialla di Storo in sostituzione della farina di mais a grana fine che sarebbe più indicata per questa zuppa perchè dona al piatto una consistenza e un aspetto più cremoso.
Buona giornata e buon fine settimana!!


Ingredienti:
  • 300 g di fagioli secchi
  • 2 cipolle
  • 2 coste di sedano
  • 1 carota
  • 2 cucchiai di concentrato di pomodoro
  • 1 spicchio d'aglio
  • 2 litri di acqua
  • 700 g di cicoria catalogna
  • 200 g di farina di mais (la mia di Storo)

Ammollate i fagioli per una notte, risciacquateli ed eliminate quelli che non sono in buono stato.
In una pentola versate l'acqua, il concentrato di pomodoro, unite una cipolla, la carota, una costa di sedano e i fagioli.
Cuocete a fuoco basso per circa 1 ora e mezza.
Prelevate la metà dei fagioli e passateli al passaverdure.
Eliminate il sedano, la carota e la cipolla dalla pentola e rimetteteci dentro i fagioli frullati.
Lavate la catalogna e tagliatela a striscioline.
Versatela nella pentola con il brodo di fagioli e fate cuocere per altri 15 minuti.
Tritate la seconda cipolla, il sedano e l'aglio e soffriggeteli con un po' di olio.
Unite il soffritto ai fagioli, mescolate bene e poi versate a pioggia la farina di mais mescolando con una mestolo di legno per circa 30 minuti (20 minuti se usate farina di mais fine).
A cottura ultimata, la minestra deve avere la consistenza di una crema densa ma se dovesse risultare troppo dura, diluitela con un po' di brodo vegetale.
Servite con un filo di olio a crudo.



23.11.16

Patate in pentola fornetto



Più che una ricetta è un modo di cuocere le patate che risulteranno saporitissime, come se le avessimo cotte al cartoccio.
Buon pranzo!!


PATATE IN PENTOLA FORNETTO

  • 4 o 6 patate da arrosto più o meno della stessa dimensione 
  • qualche rametto di rosmarino
  • sale grosso
  • olio extravergine di oliva

Lavate e spazzolate bene le patate.
Rivestite la base e i bordi della pentola fornetto con della carta forno.
Incidete leggermente le patate con un coltellino e mettetele nella pentola fornetto.
Cospargete con qualche aghetto di rosmarino e mettete il coperchio.
Appoggiate la pentola fornetto con il suo spargifiamma sul fuoco piccolo.
Cuocete a fiamma vivace per circa un'ora per patate di medie dimensioni, e circa un'ora e mezza per patate più grosse.
Le patate saranno pronte quando la buccia avrà assunto il classico aspetto accartocciato e bruciacchiato.
Potete anche controllare la cottura con uno spiedino.
Servite con un trito di sale grosso e rosmarino, irrorandole con un filo di olio extravergine di oliva.
Se avete usato delle patate bio non irradiate potete consumare tranquillamente anche la buccia.



18.11.16

Pasta e fagioli al radicchio rosso di Verona




Piatto della tradizione veneta che può essere preparato con qualsiasi varietà di radicchio.
Io naturalmente ho usato il rosso di Verona.
Buona serata e buona cena!

Ingredienti:

  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 spicchio d'aglio
  • 1 piccola cipolla
  • 1 costa di sedano
  • 1 patata media
  • 1 rametto di rosmarino
  • 100 ml di vino rosso
  • 300 g di radicchio rosso di Verona
  • 500 g di fagioli borlotti già lessati
  • 200 g di pasta mista (tubetti, reginette spezzate)
  • parmigiano veg

In una pentola di coccio preparate un soffritto con l'olio, la cipolla, l'aglio, il rosmarino e il sedano tritati.
Sfumate con il vino, aggiungete i fagioli già lessati e la patata tagliata a cubetti.
Unite il radicchio tagliato a striscioline e coprite il tutto con l'acqua di cottura dei fagioli (se avete usato dei fagioli in lattina coprite le verdure con del buon brodo vegetale).
Cuocete per 15 minuti e poi prelevate una parte delle verdure e fagioli e frullatele con il mixer.
Rimettette il passato in pentola, salate e aggiungete la pasta.
Portatela a cottura unendo del brodo vegetale bollente per evitare che asciughi troppo.
Terminate con una spolverata di pepe nero, un giro di olio buono, qualche cucchiaio di parmigiano veg e servite subito, altrimenti asciuga.




17.11.16

Vegan crostata di cachi con pasta frolla ai ceci e cacao



Piccola deviazione al mio percorso crudista, una crostata di cachi con pasta frolla ai ceci e cacao.
La ricetta della pasta frolla è questa, modificata al cacao per l'occasione.
Buona cena e buona serata!!


Ingredienti:

  • 170 g di farina semintegrale
  • 30 g di cacao amaro
  • 130 g di ceci lessati
  • 100 ml di sciroppo d'agave
  • 125 g di mandorle
  • 50 g di olio di cocco o di semi di girasole
  • 1/2 cucchiaino di sale 
  • 800 g di cachi maturi
  • succo e buccia di un' arancia
  • 2 cucchiai di zucchero grezzo di canna 
  • 1 cucchiaino di cannella
  • 1 cucchiaio di olio di cocco 


Frulliamo i ceci con lo sciroppo d'agave.
Tritiamo le mandorle in un macinacaffè fino ad ottenere una farina.
Mescoliamo la farina semintegrale con il cacao, con le mandorle macinate e aggiungiamo il sale.
Versiamo l'olio di cocco fuso e ancora caldo e la purea i ceci.
Impastiamo il tutto fino a formare un panetto, formiamo due palle, una un po' più grande dell'altra, che avvolgeremo in pellicola e faremo riposare in frigo per 30 minuti.
Sbucciamo e tagliamo a pezzetti i cachi, mettiamoli in una casseruola con l'olio di cocco, lo zucchero, l'arancia e la cannella.
Cuociamo a fiamma bassa mescolando spesso finché i cachi si saranno sfatti e asciugati.
Stendiamo la palla più grossa di impasto e rivestitiamo uno stampo da 20 cm.
Stendiamo anche l'altra palla d'impasto e ricaviamo delle decorazioni.
Versiamo la composta di cachi, livelliamo e decoriamo a fantasia.
Cuocete a 180°C per circa 35-40 minuti, nell'eventualità che il bordo colorisse troppo copritelo con della carta forno.




11.11.16

Pasta con ceci e patate


Pasta, ceci e patate, un piatto decisamente confortante, a metà fra una pasta e una zuppa.
Buona serata e buon fine settimana!!!

Ingredienti:
  • olio extravergine d'oliva
  • 2 spicchi d'aglio
  • rosmarino
  • salvia
  • 300 gr di ceci secchi ammollati per una notte
  • 2 cipolle 
  • 500 g di patate
  • un cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • peperoncino in polvere
  • brodo di verdure
  • 150 g circa di pasta fresca (tagliatelle o reginette di semola di grano duro spezzate)
  • parmigiano veg

Scaldate un paio di cucchiai d'olio in una pentola di coccio, aggiungete  uno spicchio tritato, qualche ago di rosmarino e qualche foglia di salvia salvia tritati.
Unite le cipolla a fettine e le patate tagliate a cubetti.
Aromatizzate con il peperoncino e rosolate il tutto per qualche minuto, mescolando spesso.
Unite i ceci, il concentrato di pomodoro e aggiungete sufficiente brodo caldo a coprire il tutto.
Fate cuocere finché i ceci risulteranno ben teneri, con il coperchio ed aggiungendo brodo bollente se necessario.
Con un mixer ad immersione frullate la metà della zuppa e salate.
A questo punto potete lasciar riposare la minestra fino al giorno seguente, il sapore ne guadagnerà oppure potete anche congelare il tutto e al momento del bisogno scaldare la zuppa aggiungendo poco brodo di verdure.
Unite la pasta e portate a cottura mescolando spesso, se preferite potete cuocere la pasta a parte con qualche mestolo di brodo di verdure e unirla alla minestra quando sarà cotta.
Nel frattempo scaldate a fuoco dolcissimo due cucchiai d'olio con qualche aghetto di rosmarino, uno spicchio d'aglio e due foglie di salvia. Fate solo leggermente insaporire l'olio a fuoco basso per qualche minuto, facendo attenzione a non bruciare l'aglio e poi spegnete il fuoco.
Filtrare l'olio eliminando aglio, rosmarino e salvia e versatelo sulla pasta e ceci, spolverate con pepe fresco appena macinato e servite con parmigiano veg, se gradito.


2.11.16

Patate e funghi arrostiti in padella


Funghi e patate arrostiti in padella, un contorno ricco di gusto e sapore.
Io li preparo così, cottura separata e poi unisco il tutto alla fine.


Ingredienti per i funghi in padella:

  • 1 kg di funghi Champignon o Pleurotus
  • 2 cucchiai di olio
  • 2 spicchi d'aglio
  • un ciuffo di prezzemolo tritato
  • sale e pepe
Pulite i funghi da eventuali impurità con un panno inumidito, senza lavarli e poi tagliateli a strisce.
In una larga padella antiaderente versate l'olio, i funghi e l'aglio tritato.
Cuocete a fuoco vivace, senza coperchio, rigirando spesso con un cucchiaio di legno fino a quando l'acqua di vegetazione rilasciata dai funghi sarà evaporata, ci vorranno circa 15 minuti.
A questo punto proseguite ancora la cottura sempre a pentola scoperta e fuoco vivace, mescolando spesso, fino a quando i funghi formeranno una leggera crosticina dorata, caratteristica di questo piatto, altrimenti otterremmo solo dei buonissimi e morbidi funghi trifolati.
Poco prima di spegnere il fuoco salate, pepate e aggiungete il prezzemolo tritato.


Ingredienti per le patate arrostite in padella:
  • 1 kg di patate a buccia rossa
  • 2 cucchiai di olio
  • 2 spicchi d'aglio
  • un ciuffo di prezzemolo tritato
  • sale e pepe

Pulite e pelate le patate
Tagliatele a cubetti.
Risciacquatele sotto acqua corrente e asciugatele.
In un'altra padella antiaderente versate l'olio, le patate e l'aglio tritato.
Cuocete a fuoco vivace, senza coperchio, rigirando spesso con un cucchiaio di legno per circa 10 minuti fino a quando le patate comincieranno a dorarsi.
A questo punto mettete il coperchio per dar modo alle patate di cuocere all'interno e proseguite la cottura a fuoco medio per altri 10 minuti mescolando ogni tanto.
Gli ultimi minuti di cottura togliete il coperchio, alzate il fuoco e finite la rosolatura.
Poco prima di spegnere il fuoco salate, pepate, aggiungete il prezzemolo tritato e unite i funghi preparati in precedenza.
Mescolate bene e servite.





31.10.16

Il mio veganrisotto al pomodoro e basilico




Chi l'ha detto che per un perfetto risotto al pomodoro sono necessari burro e parmigiano per la mantecatura? La mia versione, essendo vegan, non comprende nessuno di questi ingredienti ma vi assicuro che il risultato non deluderà!.
Quando è stagione lo preparo con i pomodori freschi, ma in questo periodo va bene anche dell'ottima polpa di pomodoro in bottiglia, meglio se fatta in casa.
A me piace aggiungere la polpa di pomodoro in due riprese: la prima all'inizio per fare in modo che il riso si insaporisca bene in cottura, la seconda a pochi minuti dalla fine perchè amo molto sentire quel sapore che dona il pomodoro crudo.
Poi insaporisco il tutto a fine cottura con dell'olio aromatizzato al basilico.
Povatelo e poi fatemi sapere!!


Ingredienti:
  • 2 spicchi d'aglio
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 350 g di riso vialone nano
  • 700 g di pomodori maturi freschi a cubetti oppure una bottiglia (700 g) di polpa di pomodoro
  • 3 cucchiai di doppio concentrato di pomodoro (se usate quello autoprodotto è meglio)
  • la punta di un cucchiaino di bicarbonato
  • sale e peperoncino
  • una decina di foglie di basilico fresco
  • brodo vegetale
Per prima cosa preparate un brodo vegetale con una carota, una cipolla, una costa di sedano con le foglie e un pomodoro.
In una casseruola capiente scaldate leggermente l'olio con gli spicchi d'aglio tritati.
Versate il riso e fatelo tostare qualche minuto fino a quando tenderà a diventare trasparente.
Unite 500 g di pomodori, il concentrato, il peperoncino e un po' di brodo.
Aggiungete il bicarbonato, per togliere un po' di acidità al pomodoro e mescolate.
Continuate ad aggiungere poco brodo alla volta e a metà cottura unite 5 foglie di basilico.
Nel frattempo che il riso cuoce scaldate due cucchiai d'olio con qualche fogliolina di basilico con il gambo.
Fate solo leggermente insaporire l'olio a fuoco basso per qualche minuto, non deve soffriggere e poi spegnete il fuoco.
Controllate la cottura del riso, regolate di sale e 2 minuti prima di fine cottura aggiungete la rimanente polpa di pomodoro mescolando bene.
Completate la cottura lasciando il  riso un po' all'onda.
Filtrate l'olio aromatizzato eliminando foglie e gambi di basilico, versatelo sul risotto e servite.



29.10.16

CASTAGNACCIO DI SATURNIA



Un castagnaccio che si prepara per le festività natalizie nella zona di Saturnia.
Premetto che io non amo molto questo dolce della tradiziona toscana, ma questa ricetta, vista nel blog Andante con gusto, mi ha fatto cambiare idea!
L'unica mia variante alla ricetta (per questa mia prima volta) è stata la sostituzione della scorza di arancia candita, in quanto ne ero sprovvista, con della macedonia candita.
Provatela e poi fatemi sapere!!


Ingredienti per una teglia quadrata 23x23:
  • 250 g di farina di castagne
  • 320 g di acqua a temperatura ambiente
  • 1 cucchiaio e 1/2 di olio extravergine di oliva
  • 80 g di scorza di arancia candita
  • 50 g di uva sultatina o zibibbo
  • 25 g di pinoli sgusciati
  • 25 g di noci sgusciate
  • 50 g di cioccolato fondente tritato grossolanamente
  • 2 rametti di rosmarino
  • 1 bicchierino di Vin Santo (se non lo trovate optate per un vino liquoroso)

Ammollate l'uvetta nel Vin Santo almeno un'ora.
Preriscaldate il fono a 160°C.
In una ciotola formate una fontana con la farina di castagne, versate al centro l'extravergine di oliva e l'acqua, mescolate inizialmente con una forchetta e successivamente con una frusta.
Valutate se è il caso di aggiungere altra acqua, il composto dovrà avere una consistenza fluida, tipo sciroppo d'acero.
Bagnate un foglio di carta forno, strizzatelo, foderate la teglia e versatevi la pastella.
Lo stato dovrà essere alto circa 1 cm.
Cospargete con la frutta secca, la scorzetta d'arancia, il cioccolato spezzettato e gli aghi di rosmarino.


Infornate a 160°C per 30/35 minuti.
Il castagnaccio che dovrete ottenere deve essere morbido anche in superficie, non deve seccarsi troppo.
Fate raffreddare e servite tagliato a quadrotti, magari accompagnato da un bicchierino di Vin Santo.

Note: Io ho aggiunto un parte di pinoli e uvetta nell'impasto, per una versione più ricca.
Il mio si è seccato leggermente in superficie, la prossima volta abbasserò la temperatura a 150°C, tenetelo presente se anche il vostro forno "scalda" troppo.










Lunedì 07 Novembre 2016: rifatto Castagnaccio di Saturnia, con zenzero candito e cioccolato fondente alle nocciole





24.10.16

Minestrone con fusilli



Vi lascio un'altra ricetta di minestra di verdure.
Buona serata!!


Ingredienti:

  • 1 grossa cipolla
  • 1 grossa costa di sedano
  • 1 grossa carota
  • 1 grossa zucchina
  • 300 g di patate
  • 500 fagioli borlotti già lessati
  • 250 g di fusilli
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • prezzemolo tritato
  • peperoncino
  • sale
  • brodo vegetale o acqua
  • parmigiano veg
Tagliate a grossi pezzettoni tutte le verdure.
In una casseruola scaldate i due cucchiai d'olio, quindi aggiungete le verdure e fate cuocere per qualche minuto mescolando di tanto in tanto.
Unite i fagioli, il peperoncino e il concentrato di pomodoro.
Aggiungete il brodo vegetale fino a coprire il tutto e insaporite con sale e peperoncino.
Fate sobbollire coperto per circa 20 minuti,
Unite i fusilli, il prezzemolo e portate a cottura mescolando spesso e aggiungendo, se necessario, un po' di brodo bollente.
A fine cottura il minestrone deve apparire leggermente brodoso e cremoso.
Fate intiepidire leggermente e completate il piatto con un filo di olio a crudo e abbondante parmigiano veg.