29.12.14

Vegan ragù di soia




La versione vegan di questo ragù.
  • Brodo vegetale
  • 250 g di bocconcini di soia o fiocchi di soia
  • 1 cucchiaio di farina di ceci
  • 5 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 spicchio d'aglio schiacciato
  • 2 foglie di salvia
  • un rametto di rosmarino 

Un battuto preparato con:
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • 1 costa di sedano
  • 1 spicchio d'aglio


Poi serviranno:
  • 100 ml di vino bianco secco 
  • 100 ml di brandy secco o Calvados (io ho usato brandy)
  • 100 ml di latte di soia
  • 2 barattoli di polpa di pomodoro o pelati frullati
  • 20 foglie di basilico 
  • 1 cucchiaio di latte di soia + 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • sale e pepe macinato al momento

Reidratate la soia con il procedimento descritto sulla confezione, in mancanza di istruzioni bollite i bocconcini di soia in abbondante acqua brodo vegetale pari a 3 volte il volume della soia per 5 minuti.
Scolate e fate riposare 15 minuti.
Pressate bene per fare uscire tutta l'acqua.
Se usate i bocconcini di soia tritateli o passateli in un robot da cucina fino ad ottenere una consistenza simile al macinato (questo non è necessario se usate i fiocchi di soia).
Poi passateli nella farina di ceci e scolate l'eccesso.

Mettete, l'aglio schiacciato, la salvia, il rosmarino e la soia in un largo tegame e fate saltare per circa 10 minuti mescolando con un cucchiaio di legno, fino a quando il macinato si presenterà bello dorato.

Nel frattempo preparare il battuto con le verdure.

Togliete il macinato dal tegame e tenetelo da parte al caldo, eliminate la salvia e il rosmarino.
Nel fondo di rosolatura della soia aggiungete l'olio rimasto e il battuto, mescolate e lasciate cuocere per 5 minuti.
Bagnate il battuto con il vino e fate cuocere altri 10 minuti.
Rimettete la soia nel tegame, unite il brandy e lasciate sfumare.
Aggiungete il latte a fate sobbollire per 5 minuti.
Poi aggiungete i pomodori salate moderatamente e pepate.

Regolate la fiamma medio-bassa e far cuocere per circa 50-60 minuti.
Ogni tanto mescolate il ragù, se asciuga troppo aggiungete qualche cucchiaio di brodo bollente.
15 minuti prima di spegnere il fuoco aggiungete il basilico e regolate di sale.
Quando il ragù avrà raggiunto la giusta densità unite il cucchiaio di latte di soia e l'olio extravergine di oliva, mescolate bene e spegnete il fuoco.
Il ragù è pronto, servitelo on qualsiasi tipo di pasta e spolverizzate il piatto con abbondante parmigiano vegan!!


16.12.14

Pane al mais senza glutine


Un pane in cassetta gluten free preparato con il mix di farine Pandea.


Ingredienti:
  • 1 busta (500 g) di preparato per pane Pandea (mix di: amido di mais, amido di riso, farina di soia, sale, addensanti: idrossipropilmetilcellulosa, gomma di xantano, destrosio, estratto vegetale)
  • 50 g di farina di mais fioretto (mia aggiunta)
  • 1 bustina (10 g) di lievito secco attivo, quello all'interno della confezione
  • 1 cucchiaino di zucchero (io 2 cucchiaini)
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva 
  • 430 ml di acqua tiepida (io ho aumentato a 450 g avendo aggiunto anche la farina di mais)
Versare l'acqua in un recipiente, aggiungere la bustina di lievito, lo zucchero e amalgamare bene.
Aggiungere il preparato per pane e l'olio di oliva.
Mescolare bene tutti gli ingredienti usando una frusta fino ad ottenere una pasta cremosa omogenea. 
Deve risultare un impasto abbastanza appiccicoso e non malleabile ma resistite alla tentazione di aggiungere altra farina.
Versarlo in uno stampo da forno leggermente unto, va bene uno da plum cake, riempiendolo fino a metà della capacità. Lasciare lievitare per circa 90 minuti.
Accendere il forno e portatelo alla temperatura di 220°C.
Prima di infornare inumidire con acqua la superficie dell'impasto usando uno spruzzino o un pennello. 
Io ho preferito spennellare la superficie con un po' di olio per avere una crosticina bella croccante.
Cuocere per circa 30 minuti.








13.12.14

Vegan arrosto di seitan in salsa di nocciole



Una ricetta che molti di voi conosceranno, l'originale si prepara con l'arista di maiale, io naturalmente ho sostituito con il seitan.
Se non amate le nocciole potete sostituirle con le noci, io ho già provato e mi è piaciuto molto di più!!
Buon fine settimana :))

Ingredienti:

  • Seitan
  • olio extravergine di oliva
  • 2 cipolle
  • 2 foglie di salvia
  • qualche cucchiaio di brodo vegetale (quello della cottura del seitan)
  • 1 rametto di rosmarino
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 500 ml di latte di soia
  • 1 cucchiaio di amido di mais
  • sale e pepe
  • 100 g di nocciole o noci tritate grossolanamente


Preparate il seitan. avendo cura di non saltare il passaggio della marinatura.
Trascorso il tempo di riposo in frigo procedete ad formare il rotolo e a lessarlo nel brodo come indicato qui.

In una pentola versate un filo d'olio, aggiungete le cipolle tritate, la salvia e il rosmarino.
Fate andare fino a quando le cipolle saranno tenere e trasparenti aggiungendo qualche cucchiaio di brodo al bisogno.
Adagiatevi il rotolo e fatelo dorare da tutte le parti.
Sfumate con il vino, salate e pepate.
A questo punto, quando il rotolo avrà preso un bel colore dorato, toglietelo e tenetelo da parte al caldo, il seitan essendo già cotto non ha bisogno di lunga cottura, necessita solo della rosolatura.
Versate il latte di soia nella pentola, unite a pioggia l'amido di mais continuando a mescolare.
Fate addensare leggermente il tutto e poi unite le noci o le nocciole tritate.
Affettate il seitan e servitelo con la salsa di nocciole. Se preferite potete affettarlo, rimetterlo in padella con la salsina e farlo riscaldare leggermente.




12.12.14

Vegan Kiwi & Apple pie



Una ricetta ispirata alla classica Apple pie, ma in versione vegan e con l'aggiunta di kiwi nel ripieno che la rendono molto golosa!!
Buona giornata!!

Ingredienti per la pasta:
300 g di farina semi integrale (oppure 150 g di farina 00 e 150 g di farina integrale)  
50 g di zucchero di canna integrale • buccia grattugiata di un limone 
90 ml di olio si semi di girasole • 1/2 cucchiaino di sale • acqua fredda quanto basta


Ingredienti per il ripieno:
500 g di mele Golden delicius o Fuji • 500 g di kiwi maturi • 70 g di zucchero di canna integrale 
 2 cucchiai di amido di mais  il succo di un limone  1/2 cucchiaino di zenzero in polvere  
1/2 cucchiaino di cannella • un pizzico di sale


Miscelate la farina insieme allo zucchero, il sale e la buccia di limone.
Unite l'olio e mescolate con una forchetta aggiungendo poca alla volta l'acqua sufficiente per poter compattare il tutto.
Formate una palla e avvolgetela nella pellicola, fatela riposare in frigorifero per una mezz'ora.

Preparate il ripieno: sbucciate e affettate le mele e i kiwi, riversatele in una grande ciotola e conditele con il succo di limone. In una scodella unire lo zucchero, la cannella, la noce moscata, l'amido di mais e mescolate bene. Versate sulla frutta e mescolate delicatamente.

Preriscaldate il forno a 190°C.
Riprendete l'impasto e dividetelo in due parti, una leggermente più grande dell'altra.
Stendete l'impasto più grande fino a quando non sarà abbastanza largo da coprire la base e i lati di uno stampo da 20 cm, facendolo fuoriuscire un po' dai bordi.
Stendete anche l'altra palla di impasto e mettetela in frigo.
Versate la frutta, coprite con il secondo disco, sigillate i bordi e formate un bordo decorativo.
Se vi avanza della pasta usatela per delle decorazioni.
Con un coltello praticate qualche taglio al centro della torta per facilitare la fuoriuscita del vapore
Spennellate con un cucchiaio di latte di soia o di avena o di riso e spolverizzate con lo zucchero di canna.
Mettete un foglio di alluminio sul fondo del forno che raccolga le eventuali colature dello sciroppo e infornate per 45-50 minuti, fino a quando i succhi della frutta inizieranno a fuoriuscire dai tagli e la superficie risulterà bella dorata, coprendo con un foglio di alluminio se la superficie dovesse colorire troppo.
Estraete la torta dal forno e fatela raffreddare per qualche ora su una gratella prima di tagliarla.







9.12.14

Vegan gnocchi di patate con zucchero e cannella



Gnocchi di patate con zucchero e cannella in versione vegan.
Le ricette sono già pubblicate nel blog, vi metto solo il link e vi spiego le modifiche effettuate.
Ho cotto 800 g di patate, le ho schiacciate e diviso il composto in due, in uno ho aggiunto 50 g di barbabietola cotta e frullata bene bene (ne ho messa un po' meno della ricetta originale, perché mi serviva solo per dare un po' di colore) poi ho aggiunto farina fino ad ottenere la consistenza desiderata.
Ho formato gli gnocchi con il solito procedimento.
Cotti pochi alla volta in abbondante acqua salata.
I miei familiari li hanno gustati con il classico sugo preparato con burro, zucchero, cannella e parmigiano, per me invece la versione vegan: ho scaldato a fuoco dolcissimo un filo di olio di oliva dal sapore delicato, con mezzo cucchiaino di zucchero e un pizzico di cannella. Ho versato sugli gnocchi e ho insaporito con un cucchiaino di parmigiano vegan. Buoni, buoni!!









7.12.14

Vegan lasagna con funghi e piselli






Ingredienti per le lasagne:
200 g di farina 00 ♦ 200 g di semola rimacinata ♦ acqua tiepida quanto basta (circa 200 ml)
1 cucchiaino di sale ♦ 1 cucchiaio di olio ♦ 1 cucchiaino di curcuma (facoltativo, serve solo per dare colore)


Setacciate le due farine con la curcuma, aggiungete il sale, l'olio e l'acqua un po' alla volta.
Impastate il tutto fino a formare un bel panetto compatto aggiungendo un po' alla volta l'acqua.
Fate riposare 30 minuti e poi tirate la pasta per ricavare le lasagne, se usate la macchinetta fermatevi alla penultima tacca.

Ingredienti per il ripieno:
olio extravergine di oliva ♦ 2 spicchi d'aglio schiacciati ♦ 1 cipolla ♦ 1 kg di funghi freschi
1 kg di pisellini surgelati ♦ prezzemolo tritato ♦ sale e pepe
vegan besciamella ♦  vegan parmigiano


Pulite i funghi e tagliateli a fettine.
Scaldate un po' d'olio in un tegame, unite l'aglio e i funghi e cuocete a fuoco vivace e pentola scoperta fino a quando saranno teneri e l'acqua di vegetazione sarà evaporata.
Unite il prezzemolo, salate e pepate.
In un altro tegame scaldate ancora un po' d'olio con lo spicchio d'aglio, unite la cipolla tritata e i piselli. Cuocete fino a quando i piselli saranno diventati teneri (circa 20 minuti) aggiungendo un po' di brodo al bisogno.
Unite il prezzemolo, salate e pepate.
Preparate anche la besciamella.

Ora che avete tutto procedete ad assemblare il pasticcio:
sbollentate le lasagne poche alla volta in abbondante acqua salata per circa 1 minuto.
Ungete una pirofila e disponetevi un primo strato di lasagne, distribuite un po' di funghi, qualche cucchiaio di piselli, versate un velo di besciamella e spolverizzate con parmigiano vegan.
Ripetete la sequenza fino ad esaurimento degli ingredienti e nell'ultimo strato irrorate con un filo d'olio.
Infornate a 200 C° per 25 minuti.
Togliete dal forno a fate raffreddare 10 minuti prima di servire.


1.12.14

Vegan ravioli con pesto di noci e pomodoro



Adoro la pasta ripiena, ma purtroppo non è facile trovarla in versione vegan nei super italiani.
Ogni tanto la compro nei negozi bio tipo Naturasì, ma il suo costo è veramente esagerato!!! Quindi questa volta ho preferito prepararmela.
Vi lascio la ricetta e vi auguro una buona serata.
Ricetta vista su "Oggi cucino io, la pasta", ho solo aggiustato il tutto eliminando l'uovo nel ripieno e sostituendo la ricotta con il tofu.


Ingredienti per la pasta (per 3-4 persone)
  • 150 g di farina integrale
  • 150 g di semola rimacinata 
  • acqua tiepida quanto basta (circa 150 ml)
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaio di olio 
  • 1 cucchiaino di curcuma (facoltativo, serve solo per dare colore)

Per il ripieno:
  • 400 g di spinaci
  • 200 g di tofu
  • 4 cucchiai di parmigiano vegan
  • 1 cucchiaio di maggiorana finemente tritata
  • sale e pepe nero macinato al momento
  • 1-2 cucchiai di latte di soia al bisogno


Per il pesto di noci:
  • 150 g di noci sgusciate
  • 1 spicchio d'aglio
  • 1 mazzetto di maggiorana fresca
  • 1 cucchiaino di sale marino grosso
  • 6 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 cucchiaio di acqua tiepida
  • 4 cucchiai di parmigiano vegan
  • 90 g di pane grattugiato ammollato nel latte
  • 16 pomodorini


Preparate la pasta: setacciate le due farine con la curcuma, aggiungete il sale, l'olio e l'acqua un po' alla volta.
Impastate il tutto fino a formare un bel panetto liscio e compatto aggiungendo un po' alla volta l'acqua.
Fate riposare 30 minuti. Tirate la sfoglia e lasciatela asciugare su un telo infarinato
Preparate il ripieno: lavate gli spinaci, scolateli e passateli in padella con un filo d'olio e uno spicchio d'aglio tritato.
Fateli raffreddare e poi unite il tofu sbriciolato finemente, il parmigiano veg, la maggiorana, sale e pepe.
Allungate con il latte di soia se il composto vi sembra troppo asciutto.
Tirate la pasta sottile e con delle formine tagliate i ravioloni della misura che preferite.
Al centro mettete un po' di ripieno e chiudete con l’altra metà del raviolo sigillando i bordi spennellandoli con un po' d'acqua.
La pasta in eccesso ricompattatela, ristendetela, formate i ravioli e continuate così fino ad esaurimento.
Preparate il pesto: tritate le noci, l'aglio, la maggiorana e il sale grosso in un robot da cucina.
Unite il parmigiano veg, l'olio, l'acqua, il pane fino ad ottenere un composto omogeneo, regolate la densità aggiungendo qualche goccia d'olio o di acqua.
Scolateli accuratamente e trasferiteli in un piatto di portata riscaldato.
Nel frattempo lavate e asciugate i pomodorini, tagliateli a metà e uniteli al pesto di noci.
Versate il pesto sui ravioli, mescolando delicatamente.
Completate con una macinata di pepe nero e servite caldo.




30.11.14

Vegan polpettone di patate ripieno





La versione vegan di un polpettone che preparavo spesso.
Il ripieno è stato sostituito da gustose verdure e le uova che servono per legare l'impasto le ho sostituite con amido di mais e latte vegetale.
Per la buona riuscita di questo rotolo è necessario usare patate a pasta farinosa, quelle a buccia rossa sono le migliori e non mi hanno mai tradito. Se pensate di usare un altro tipo di patate non garantisco il risultato! Rischiate (come mi è già successo) che il rotolo in cottura si sfasci tutto.
Per il ripieno avete una vasta scelta, tutte le verdure saltate in padella (mi raccomando che non siano troppo umide), con formaggi veg cremosi o affettati vegetali uniti a formaggi veg tipo mozzarella.
Per la cottura avete due modi: la cottura in padella o in forno.
Io vi consiglio caldamente di farla in padella con un filo di olio extravergine di oliva, se avete usato le patate giuste non c'è pericolo che il polpettone si rompa, si formerà subito una golosa crosticina asciutta e senza olio.
Tuttavia è possibile anche la cottura in forno, in molto blog ho visto che il polpettone viene avvolto in carta forno e poi infornato, ma secondo me non ne vale al pena.


Ingredienti per il rotolo:
  • 800 g di patate farinose a pasta farinose (quelle a buccia rossa)
  • 3-4 cucchiai di latte vegetale
  • 3 cucchiai di parmigiano vegan
  • 2-3 cucchiai di fecola di patate o amido di mais
  • 2 cucchiai di lievito alimentare
  • 1 cucchiaio di farina di ceci
  • 1 cucchiaio di latte vegetale
  • pane grattugiato senza glutine o farina di mais tostata
  • olio di oliva
  • sale e pepe

Ripieno con radicchio rosso e tofu:
  • 300 g di radicchio rosso
  • 1 spicchio d'aglio tritato
  • olio extravergine di oliva
  • sale e pepe
  • 120 g di tofu al naturale
Bollite il tofu per circa 5-6 minuti, scolatelo, e frullatelo fino ad ottenere una crema
In una padella versate l'olio e lo spicchio d'aglio tritato, aggiungete il radicchio tagliato a striscioline e fate saltare 4-5 minuti a fuoco vivo.
Spegnete il fuoco, salate, pepare e unite il tofu, amalgamate bene e fate raffreddare.


Lessate le patate con la buccia per circa 30 minuti, pelatele e passatele allo schiacciapatate.
Unite l'amido di mais, il latte vegetale, il parmigiano vegan, salate e pepate.
Amalgamate il tutto fino ad ottenere un composto morbido.
Mettete un foglio di carta forno su un tagliere e stendetevi il composto fino a formare un rettangolo di 33x25 cm. circa.
Livellatelo bene, sistemate e pareggiate i bordi.
Sistemate il ripieno scelto su 2/3 del rettangolo .
Ora  aiutandovi con la carta forno, iniziate ad arrotolare il composto piano piano dal lato più lungo fino a formare un rotolo.
Compattatelo bene bene con le mani, cercando di  unire le crepe che si potrebbero formare e sigillatelo alle estremità.


Preparate una pastella con la farina di ceci e il latte vegetale e spennellate il polpettone da un lato con la pastella.
Spolverizzatelo di pane grattugiato e premete bene.
Rigirate il rotolo e ripetete la sequenza dall'altro lato.
Per ultimo spolverizzate ancora con pane grattugiao e premete bene.



In una padella larga quanto la lunghezza del polpettone scaldate l'olio, trasferitevi delicatamente il polpettone e cuocetelo rigirandolo delicatamente (qui dovrete avere le mani di velluto!) da tutte le parti con l'aiuto di due palette, per circa 10-15 minuti.
Fatelo raffreddare prima di tagliarlo a fette e poi affettatelo e riscaldatelo in forno o in padella a fuoco dolce.
Servitelo tiepido.
















Versione spinaci e tofu


Radicchio rosso e funghi



25.11.14

Vegan gnocchi gratinati ai quattro colori



Gli gnocchi di patate sono molto amati da noi veronesi, credo di non conoscere nessuno a cui non piacciano.
Ieri mi sono divertita a prepararne tanti..e di tutti i colori.  Un lavorone, ma vuoi mettere la soddisfazione?!
Li ho cucinati in modo semplice, con un sugo di cipolle e poi gratinati in forno..le ricette sono già pubblicate nei miei blog, ve le linko soltanto.
Buona giornata!!

Ingredienti:
gnocchi di patate (versione senza uova)
gnocchi di spinaci (ho sostituito i bruscansi con gli spinaci e niente uova nell'impasto)

Per il sugo:
2 cipolle grandi
olio extravergine di oliva
1 bicchiere di brodo vegetale
pane grattugiato

Preparate i vari impasti per gli gnocchi seguendo le ricette.
Affettate sottilmente le cipolle e fatele andare a fuoco basso per in un tegame con qualche cucchiaio di olio e il brodo.
Cuocete fino a quando si saranno ammorbidite, salate, pepate e poi frullatele fino ad ottenere una crema. 
Cuocete gli gnocchi pochi alla volta in acqua bollente salata, scolateli e versateli nei tegamini da forno.
Aggiungete la crema di cipolle, mescolate bene, spolverizzate con parmigiano veg e un po' di pane grattugiato.
Fate gratinare sotto il grill per qualche minuto.
Servite caldi.





24.11.14

Pandoro sfogliato di Margherita e Valeria Simili




Ricetta NO VEGAN, che ogni anno preparo per accontentare i miei familiari che amano il pandoro.
Se vi interessa la ricetta la trovate pubblicata nel mio blog di soli dolci Momenti di zucchero.
Buona giornata!!



22.11.14

Vegan gnocchi di zucca e patate con sugo alle erbe



Ciao a tutti!!
Gli gnocchi di zucca e patate sono un primo delizioso e dal sapore delicato, per assaporarli al meglio vi consiglio  un sughetto leggero che non copra il sapore raffinato del piatto.
Vi saluto e vi auguro un buon fine settimana!!


Ingredienti:
800 g di polpa di zucca (al netto degli scarti) tagliata a fette ♠ 400 g di patate farinose
300 g di farina (dose approssimativa), metà 00 e metà semola rimacinata
1 cucchiaino di sale ♠ mezzo cucchiaino di noce moscata

Per il sugo:
olio extravergine di oliva ♠ 1 spicchio d'aglio ♠ un mazzetto di prezzemolo 
3 foglie di salvia ♠ 1 rametto di rosmarino ♠ parmigiano veg

Adagiate le fettine di zucca su una leccarda rivestita con carta da forno e cuocetele in forno preriscaldato per circa 20-25 minuti a 180°C.
Riducetela in purea schiacciandola con una forchetta.
Lessate le patate con la buccia per circa 30 minuti, pelatele e schiacciatele con lo schiacciapatate.
Unite i due composti amalgamando bene, salate, pepate e aromatizzate con la noce moscata.
Unite un po' alla volta il mix di farine, impastando il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo ma morbido. La quantità di farina può variare in base alla purea di zucca e patate, se vi sembra poca aggiungetene ancora un po', senza esagerare però altrimenti gli gnocchi induriranno troppo in cottura, il panetto lavorato deve risultare comunque abbastanza morbido.
Io, per regolarmi sulla consistenza faccio sempre una prova cottura: porto ad ebollizione un po' d'acqua in un pentolino, ci tuffo dentro due palline di impasto grandi quanto gli gnocchi e porto a cottura, se non si disfano vanno bene così, altrimenti aggiungo ancora un po' di farina all'impasto.
Tagliate dei pezzi di impasto e formate dei cordoncini.
Tagliateli a pezzetti di 3-4 cm e passateli man mano sul rigagnocchi o sul retro di una grattugia.
Tuffateli un po' alla volta in una pentola di acqua bollente e scolateli delicatamente appena vengono a galla.
Mettete sul fuoco una padella con olio sufficiente a ricoprirne il fondo, scaldate leggermente e unite l'aglio tritato.
Fate solo leggermente insaporire l'olio a fuoco basso per qualche minuto, l'aglio non deve soffriggere.
Unite il prezzemolo e il rosmarino tritati, mescolate, fate andare 1 minuto a fuoco dolce e spegnete il fuoco.
Unite gli gnocchi, mescolate bene e servite cospargendoli con parmigiano veg.