23.12.15

Vegan funghi ripieni in umido




I funghi ripieni in umido sono un piatto tipico del bellunese e dell'altopiano dei Lessini.
La ricetta originale prevede di utilizzare funghi sanguigni (Lactarius deliciosus) e di inserire nel ripieno 2 tuorli d'uovo. 
Io ho usato degli champignon e naturalmente ho eliminato l'uovo. Ovvio che il risultato non è lo stesso, i sanguigni sono molto più buoni, ma mi è piaciuto ugualmente.
Buona serata!!

Ingredienti 

  • 500 g di funghi champignon abbastanza grandi
  • 1 spicchio d'aglio
  • 1 cipolla
  • 2 cucchiai di pane grattugiato
  • 1 cucchiaio di parmigiano veg
  • sale e pepe macinato al momento
  • 100 ml di olio extravergine di oliva
  • prezzemolo e basilico
Pulite i funghi, possibilmente senza lavarli per evitare che assorbano troppa acqua, ma utilizzando della carta da cucina bagnata.
Togliete i gambi e metteteli da parte.
Fate un trito con cipolla, aglio, prezzemolo e basilico.
Mettete un po' di olio in una padella e rosolatevi il trito.
Tritate finemente i gambi dei funghi, aggiungeteli al soffritto a continuate la cottura per altri 5 minuti.
Spegnete il fuoco, unite il parmigiano veg, il pane grattugiato, salate e pepate.
Con l'aiuto di un cucchiaino riempite le cappelle dei funghi con l'impasto ottenuto, comprimendo bene il contenuto.
Ponete i funghi in una padella leggermente unta di olio e cospargete sulla superficie ancora un po' di pane grattugiato, parmigiano veg e un filo d'olio.
Aggiungete 2 cucchiai di brodo di verdure sul fondo della padella e cuocete a fuoco medio per 20-30 minuti a seconda delle dimensioni dei funghi e della loro freschezza.
Prima di servire cospargete con un pizzico di prezzemolo tritato.

Nota: con la cottura in padella i funghi resteranno abbastanza umidi ,se desiderate che facciano una bella crosticina optate per la cottura al forno: iirorateli con un filo d’olio extravergine d’oliva e infornate in forno preriscaldato a 180°C per 20 minuti.






Nessun commento:

Posta un commento

Un grazie a tutti voi che avete dedicato un po' del vostro tempo al mio blog.
Barbara