29.10.16

CASTAGNACCIO DI SATURNIA



Un castagnaccio che si prepara per le festività natalizie nella zona di Saturnia.
Premetto che io non amo molto questo dolce della tradiziona toscana, ma questa ricetta, vista nel blog Andante con gusto, mi ha fatto cambiare idea!
L'unica mia variante alla ricetta (per questa mia prima volta) è stata la sostituzione della scorza di arancia candita, in quanto ne ero sprovvista, con della macedonia candita.
Provatela e poi fatemi sapere!!


Ingredienti per una teglia quadrata 23x23:
  • 250 g di farina di castagne
  • 320 g di acqua a temperatura ambiente
  • 1 cucchiaio e 1/2 di olio extravergine di oliva
  • 80 g di scorza di arancia candita
  • 50 g di uva sultatina o zibibbo
  • 25 g di pinoli sgusciati
  • 25 g di noci sgusciate
  • 50 g di cioccolato fondente tritato grossolanamente
  • 2 rametti di rosmarino
  • 1 bicchierino di Vin Santo (se non lo trovate optate per un vino liquoroso)

Ammollate l'uvetta nel Vin Santo almeno un'ora.
Preriscaldate il fono a 160°C.
In una ciotola formate una fontana con la farina di castagne, versate al centro l'extravergine di oliva e l'acqua, mescolate inizialmente con una forchetta e successivamente con una frusta.
Valutate se è il caso di aggiungere altra acqua, il composto dovrà avere una consistenza fluida, tipo sciroppo d'acero.
Bagnate un foglio di carta forno, strizzatelo, foderate la teglia e versatevi la pastella.
Lo stato dovrà essere alto circa 1 cm.
Cospargete con la frutta secca, la scorzetta d'arancia, il cioccolato spezzettato e gli aghi di rosmarino.


Infornate a 160°C per 30/35 minuti.
Il castagnaccio che dovrete ottenere deve essere morbido anche in superficie, non deve seccarsi troppo.
Fate raffreddare e servite tagliato a quadrotti, magari accompagnato da un bicchierino di Vin Santo.

Note: Io ho aggiunto un parte di pinoli e uvetta nell'impasto, per una versione più ricca.
Il mio si è seccato leggermente in superficie, la prossima volta abbasserò la temperatura a 150°C, tenetelo presente se anche il vostro forno "scalda" troppo.










Lunedì 07 Novembre 2016: rifatto Castagnaccio di Saturnia, con zenzero candito e cioccolato fondente alle nocciole





2 commenti:

  1. Cara Barbara,
    sono molto onorata e felice che tu abbia deciso di preparare questo castagnaccio. Io amo molto anche la versione classica ma questa è indubbiamente perfetta per momenti più celebrativi. Ti è venuto una meraviglia. Con la macedonia di frutta, si è trasformato in una vera e propria tavolozza di colori. Stupendo.
    Grazie di cuore per la citazione e buon Halloween :D
    Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Patrizia e buon Halloween anche a te!!
      Barbara

      Elimina

Un grazie a tutti voi che avete dedicato un po' del vostro tempo al mio blog.
Barbara