31.10.14

Minestra di riso e verza




Un piatto povero di antica tradizione; la minestra di riso e verza è un classico della gastronomia veneta. Cibo umile e antichissimo è stato protagonista per secoli nelle mense povere.  Nelle case delle famiglie venete d'inverno non manca mai..nemmeno nella mia!!

Per questo piatto, come in molti altri piatti legati alla tradizione, io con gli ingredienti vado a occhio, ma cercherò di darvi delle dosi indicative.

Ingredienti per sei persone:

1 verza di almeno 800 g ♦ 200 g di riso vialone nano ♦ 1 grossa cipolla ♦ 2 spicchi d'aglio schiacciati
rosmarino tritato ♦ 2 pomodori pelati frullati ♦ 30 g di olio extravergine di oliva
2 litri di brodo di verdure ♦ sale ♦ pepe ♦ Parmigiano vegan a volontà

................................................

In una pentola, possibilmente di coccio, unite con l'olio e l'aglio e fatelo rosolare lentamente.
Tritate la cipolla, unitela al soffritto e fatela rosolare bene.
Quando avrà preso colore unite la verza tagliata e striscioline, il trito di rosmarino, mescolate bene e lasciate insaporire un po'.
A parte portate a ebollizione il brodo e aggiungetelo alla verza.
Salate, pepate e versate i pomodori.
Coprite e cuocete fino a quando la verza si sarà ammorbidita.
Versate il riso e portate a cottura.
Unite il parmigiano vegan, mescolate bene e servite.
Potete scegliere come servirlo: se vi piace tipo risotto tenetelo all'onda, non troppo asciutto, mentre se volete servirlo sotto forma di minestra densa allungate con ulteriore brodo bollente.
Io lo preferisco sotto forma di minestra.


24.10.14

Barbecue baked beans (fagioli al forno affumicati)



Questa deliziosa ricetta l'ho vista qualche giorno fa in una puntata di "Ricette a 5 euro" di Jamie Oliver.
E' un piatto delizioso, l'aggiunta della paprika affumicata e della salsa barbecue donano a questo pietanza un aroma e un sapore irresistibili.
Ho fatto solo delle piccole modifiche per adattare la ricetta al contenuto del mio frigo; ho aggiunto una melanzana, un peperone e al posto delle patate dolci ho arrostito della zucca a fettine.
Vi scrivo la ricetta come l'ho preparata io, per la ricetta originale andate a visitare il sito di Jamie Oliver e oltre a questa troverete tante altre deliziose ricette!!
Buon fine settimana!!

Ingredienti:
2 cipolle rosse ♦ 2 spicchi d'aglio ♦ 2 carote grandi ♦ olio d'oliva 1 peperoncino rosso fresco 
1 cucchiaio colmo paprika affumicata ♦ 1 cucchiaino di semi di cumino ♦ 1 cucchiaino raso di peperoncino in polvere
1 peperone verde 1 piccola melanzana ♦ 1 bottiglia (700 ml) di passata di pomodoro ♦ 2  barattoli di fagioli (borlotti) 
100 ml di salsa barbecue  qualche rametto di rosmarino fresco  pane tipo ciabatta
panna di riso o soia oppure yogurt di soia ♦ 1 zucca media


Preriscaldate il forno a 180 ° C
Tagliare a fette le cipolle e le carote.
Mettetele in una grande teglia con un po' di olio e il peperoncino affettato e fate andare per 5 minuti a fuoco medio.
Aggiungete l'aglio spremuto, la paprika, il cumino e il peperoncino in polvere (a questo punto io ho aggiunto anche il peperone e la melanzana a tocchetti).
Cuocete per 20 minuti, fino a quando il tutto si sarà ben ammorbidito, mescolando regolarmente.
Nel frattempo pulite la zucca e tagliatela a fette, mettetela in una teglia e irrorate con un po' di olio, unite un po' di rosmarino tritato, mescolate e mettete da parte.
Versate la salsa barbecue nella teglia delle carote e cipolle e mescolate bene.
Unite i fagioli con il loro liquido di conservazione e la passata di pomodoro (aggiungete un po' di acqua nella bottiglia, agitate e poi versate nella teglia).
Tritare grossolanamente il rosmarino, versare sopra qualche goccia d'olio, stropicciatelo con la punta della dita e spargetelo sulla teglia.
Infornate per circa 1 ora fino a quando si sarà addensato.
Inserite in forno anche la teglia della zucca e cuocete fino a quando le fettine avranno formato la crosticina.
Circa 20 minuti prima dello scadere del tempo di cottura preparate i crostini: strappate il pane in pezzi, versateli in una teglia e irrorateli con l'olio. Mescolate bene e infornate nel ripiano più basso del forno per circa 15 minuti, fino a quando non saranno croccanti e dorati.
Togliete il tutto dal forno e servite i fagioli versando sopra un po' di panna o yogurt e accompagnandoli con la zucca arrosto e i crostini di pane.



20.10.14

Vegan parmigiana bianca di melanzane



Buongiorno!!!
Con le ultime melanzane della stagione ho preparato un vegan parmigiana bianca.
Buona buona, anche se devo dire che io preferisco la versione vegan con il pomodoro.
Buon inizio settimana!!

Ingredienti:

3 melanzane ♦ olio extravergine di oliva ♦ sale e pepe ♦ origano essiccato
250 g di tofu ♦ pane grattugiato ♦ parmigiano vegan

Per la besciamella vegan e light:
200 ml di latte di soia ♦ 400 ml di brodo vegetale ♦ 60 g di farina 00
noce moscata ♦ sale e pepe


♦ Preparate le melanzane:
tagliatele a fette di circa 7-8 mm.
Sistematele sulla leccarda ricoperta di carta forno, spennellatele con olio di oliva, spolverizzate con origano essiccato, sale e pepe.
Cuocete a 200° C fino a doratura, girandole  a metà cottura e spennellandole con olio anche  
dall'altra parte.

♦ Preparate la besciamella:
mescolate le due farine in un pentolino, unite il latte di soia, mescolando e mettere sul fuoco
fino a quando il tutto si sarà amalgamato, circa un minuto.
Togliete dal fuoco e versate il brodo continuando a mescolare, rimettete sul fuoco, portate a bollore   unite un po' di origano e rosmarino secchi e cuocete fino a quando il tutto si sarà addensato.
Salate, pepate e togliete dal fuoco.

♦ Assemblate la parmigiana:
Ungete con un po' di olio di oliva una pirofila e formate un primo strato di melanzane, cospargete con qualche foglia di basilico fresco e dell'origano essiccato
Coprite con un po' di besciamella vegan, qualche pezzetto di tofu sbriciolato e spolverizzate con
parmigiano veg.
Ripetete la sequenza fino ad esaurimento degli ingredienti, terminate l'ultimo strato spolverizzando
con pane grattugiato e irrorate con un filo d'olio.
Infornate a 200°C per circa 20 minuti.
Fate raffreddare per circa 15 minuti prima di servire.


19.10.14

Vegan torta di farina di mais con mele e mandorle




Una torta di mele dalla consistenza rustica e compatta che a me piace molto perché mi ricorda i dolci semplici di una volta.
Buona domenica!!!

Ingredienti:

250 g di farina di mais fioretto o fumetto  250 g di farina manitoba  200 g di zucchero di canna integrale
200 g di olio extravergine d'oliva leggero  300 ml di latte di soia  80 g di mandorle in scaglie o granella
1 bustina di lievito per dolci  3 mele golden  80 g di uvetta sultanina  pizzico di sale
1 bicchierino di rum  margarina e farina di mais per lo stampo


Accendete il forno a 190°C, e ammollate l'uvetta nel rum.
Lavorate con le fruste l'olio e lo zucchero fino a quando si sarà sciolto.
Setacciate le due farine con il pizzico di sale e la bustina di lievito.
Unitele poco alla volta al composto alternando con il latte di soia.
Aggiungete l'uvetta strizzata e metà delle mandorle.
Sbucciate le mele, eliminate il torsolo e tagliatene due a cubetti e l'altra a fettine.
Unite i cubetti di mela al composto amalgamando bene
Versate l'impasto in uno stampo a cerniera unto con margarina e spolverizzato con farina di mais.
Distribuite le fettine di mele sulla superficie del dolce, cospargetele con le rimanenti mandorle e spolverizzate il tutto con un po' di zucchero di canna.
Infornate a cuocete per 50 minuti, fate però una prova con lo stecchino.
Se la torta tende a scurire troppo copritela con un foglio di alluminio, passati i 30 minuti di cottura.
Sfornatela, lasciatela raffreddare e sformatela su un piatto da portata.





18.10.14

Cavolfiore al forno con cumino, coriandolo e mandorle


Una ricetta di Jamie Oliver presa dal suo sito. Io adoro il cavolfiore, lo mangio anche crudo nelle insalate, ma se a voi non piace vi assicuro che cotto in questo modo lo amerete!!
Buona giornata!!

Ingredienti:
  • 1 cavolfiore suddiviso in cimette
  • sale marino
  • olio d'oliva
  • 1 cucchiaio di burro (io ovviamente l'ho omesso)
  • olio extravergine di oliva
  • 2 cucchiaini di semi di cumino
  • 2 cucchiaini di semi di coriandolo
  • 1-2 peperoncini rossi secchi
  • 1 manciata di mandorle pelate tritate
  • la scorza e il succo di 1 limone
  • io ho aggiunto anche un pizzico di curcuma e qualche granello di semi di senape


Preriscaldate il forno a 200°C.
Sbollentate le cimette di cavolfiore per 2 minuti, poi mettetele a scolare (io questo passaggio l'ho saltato), aggiungete un po' di olio di oliva e mescolate bene.
In un mortaio (o in un mixer) schiacciate le spezie e i peperoncini con un pizzico di sale, unite le mandorle e mescolate bene.
Fatele tostare per qualche minuto sul fornello in un tegame che poi possa andare anche in forno.
Aggiungete il cavolfiore, mescolate bene  per qualche minuto fino a quando avrà preso un bel colore.
Aggiungete la scorza e il succo del limone e continuate la cottura per poco più di un minuto.
Infornate per circa 15 minuti (25-30 minuti se non avete sbollentato il cavolfiore), fino a quando sarà dorato e croccante.
Pronto..non vi resta che gustarlo in tutta la sua bontà!! 




17.10.14

Vegan plum cake alle spezie con uvetta


Buongiorno !!!
Un po' in ritardo vi offro una fetta di plum cake profumato alle spezie, ideale per la colazione ma anche per una merenda accompagnato ad un a tazza di tè.
Buon fine settimana!!

Ingredienti per uno stampo 22x11:
100g di farina manitoba  200 g di farina 00  100g di zucchero ♦ 100 g di sciroppo d'acero
150ml di latte di soia ♦ 100ml di olio ♦ 3 cucchiaini di spezie miste in polvere (cannella, cardamomo, zenzero, noce moscata, chiodi di garofano, anice stellato)
una manciata di uvetta sultanina ♦ 1 bustina di lievito in polvere ♦ 1 presa di sale

Per la guarnizione:
un fiocchetto di margarina vegetale ♦ una spolverata di zucchero ♦ 1 cucchiaino di cannella in polvere

In una ciotola mescolate le farine setacciate, il lievito, le spezie e il sale.
Aggiungete lo zucchero e lo sciroppo d'acero.
Versate l'olio e il latte di soia un po' alla volta.
Amalgamate bene con l'aiuto delle fruste.
Per ultimo unite l'uvetta ammollata e strizzata.
Versate l'impasto nello stampo e cuocete a 180°C  per circa 35-45 minuti.
A fine cottura, appena estratto dal forno, spalmate la margarina su tutta la superficie del dolce e cospargete con lo zucchero e la cannella.
Far raffreddare completamente nello stampo.





15.10.14

Spaghetti aglio, olio e radicchio




Buongiorno a tutti!!
Vi lascio un'idea gustosa e veloce per il pranzo di oggi.
A presto!!


Ingredienti per 3-4 persone:

  • 350 g di spaghetti 
  • 3 spicchi d'aglio affettati sottili
  • olio d'oliva 
  • 1 peperoncino 
  • 400 g di radicchio rosso tagliato a striscioline

Portate a bollore una pentola con acqua leggermente salata.
Calate gli spaghetti, mescolando di tanto in tanto, portate a cottura e scolateli al dente, poi trasferiteli una zuppiera.
Nel frattempo mettete dell'olio di oliva in una padella sufficiente a coprirne il fondo, affettate finemente l'aglio e unitelo a freddo all'olio.
Mettete sul fuoco, aggiungete il peperoncino tagliato in due e cuocete a fuoco dolce per dieci minuti, l'aglio non deve prendere colore e l'olio deve appena soffriggere.
Trascorsi i dieci minuti, eliminate il peperoncino, alzate leggermente la fiamma, aggiungete il radicchio e fate saltare per due minuti (non di più altrimenti rischia di diventare amaro) salate leggermente e pepate.
Togliete dal fuoco e versate sugli spaghetti e se è il caso allungate con qualche cucchiaio di acqua di cottura della pasta, mescolate bene e servite.

13.10.14

Vegan plum cake al limone e uvetta



Buongiorno!!!
Vi offro una fetta di plum cake al limone per iniziare bene la giornata :))
Buon inizio di settimana!!!

Ingredienti:
200 g di farina Manitoba  200 g di farina 00 ♦ 1 bustina di lievito  1 cucchiaino raso di bicarbonato
200 g di zucchero ♦ buccia e succo di 2 limoni (circa 160 ml) ♦ 150 ml di olio di girasole  
 latte di soia qb ♦ 100 g di uvetta ♦ 1 bicchierino di rum

Preriscaldate il forno a 200°C.
Ammollate l'uvetta in un po' di acqua calda mescolata al rum.
Grattugiate la buccia dei limoni e spremetene il succo.
Ungete uno stampo da plum cake da 22 cm con un po' di margarina e spolverizzate di farina.
Setacciate le due farine con il lievito e il bicarbonato.
Unire lo zucchero e mescolate bene.
Versate l'olio e il succo dei limoni continuando a mescolare con una frusta.
Se il composto risulta troppo denso potete aggiungere qualche cucchiaio di latte di soia.
Per ultimo unite l'uvetta strizzata, mescolate bene, versate nello stampo e spolverizzate con un po' di zucchero.
Infornate a 200°C per i primi 10 minuti, poi abbassate a 180°C per altri 40 minuti, coprendo con due fogli di alluminio (dopo 30 minuti) se il plum cake inizia a colorire troppo.
Controllate la cottura con uno stecchino.
Fate riposare il plum cake in forno spento e con lo sportello aperto per 10 minuti prima di sformarlo.



10.10.14

Vegan plum cake cioccococco



Buongiorno a tutti!!
Iniziamo la giornata in dolcezza con questo plum cake cioccococco.
Vi auguro un buon fine settimana!!


Ingredienti:
150 g di farina manitoba   150 g di farina 00  150 g di zucchero di canna integrale 
 1 bustina di lievito ♦ 250 ml di latte di riso o soia
150 g di olio extravergine di oliva  100 g di cocco grattugiato  ♦ 4 cucchiai di cacao amaro

Niente di più facile: unire tutti gli ingredienti solidi (tranne il cacao e il cocco) in una terrina e miscelare bene.
Aggiungere il latte di riso e l'olio mescolando bene con l'aiuto di un cucchiaio di legno.
Dividere l'impasto in due parti e in una unire il cocco grattugiato e nell'altra il cacao.
Mescolare bene e se necessita aggiungere ancora un po' di latte per fare in modo che i due composti abbiano la stessa consistenza.
Versare il composto al cocco in uno stampo da plum cake (22 cm) leggermente unto con un po' di margarina e spolverizzato di farina.
Versare ora il composto al cioccolato con una forchetta muovete leggermente l'impasto per ottenere l'effetto variegato e spolverizzate con un po' di zucchero di canna
Infornate a 200°C per circa 15 minuti, poi abbassate a 180°C per altri 20-25 minuti.
Fate riposare il plum cake in forno spento e con lo sportello aperto per 10 minuti prima di sformarlo.




9.10.14

Vegan bocconcini di soia alla Bourguignon



Salve a tutti!!
Oggi vi lascio la ricetta del "Vegan Boeuf Bourguignon" preparato con il procedimento di Julia Child. Spero che la cara Julia (pace all'anima sua) non si rivolti nella tomba ..le sue ricette le adoravo, ma ora non posso più gustarle se non nella versione cruelty free!!!

Questo è il mio secondo tentativo di veganizzare questo piatto, la prima volta ho usato il seitan, ma il risultato non mi ha del tutto convinto, non ha la consistenza giusta e non mi sembrava proprio di mangiare uno stufato...
Invece utilizzando la soia disidratata il risultato mi ha stupito, lo spezzatino ha assorbito tutto il sapore e alla prova assaggio è risultato mostruosamente simile all'originale.
Quello che mi sento di consigliarvi e di usare un vino di buona qualità e di non esagerare con la quantità, poiché il suo sapore verrà assorbito dalla soia e se risulta troppo predominante si rischia di rovinare il tutto, se nella ricetta originale ne servono quasi 800 ml in questa versione ne basteranno solo 400 ml.
Passo alla ricetta e come diceva la cara Julia..bon appétit!!


Ingredienti:
400 g (circa 2 confezioni) di bocconcini di soia disidratati  ♦ 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
2 grosse carote tagliate a listarelle  ♦ 1 grossa cipolla tagliata a pezzettoni  ♦ 1/4 di cucchiaino di pepe
1 cucchiaino di sale ♦ 2 cucchiai di farina ♦ 400 ml di vino rosso ♦ brodo di verdure qb
2 cucchiai di concentrato di pomodoro ♦ 2 spicchi d'aglio ♦ 1/2 cucchiaino di timo ♦ 1 foglia di alloro spezzettata

Per prima cosa preparate il brodo vegetale che vi servirà per ammollare i bocconcini di soia, per cuocere lo stufato e le cipolline.

Poi reidratate la soia: fatela bollire in abbondante acqua o brodo vegetale pari a 3 volte il suo volume per 5 minuti, non di più, tanto poi avrà modo di cuocere anche nello stufato. Scolatela e fate riposare 15 minuti.

Riscaldate il forno a 230°C.
In una grande pentola, meglio se di coccio o comunque una pentola che possa andare poi in forno, versate l'olio di oliva.
Unite le verdure e fatele ammorbidire per circa 10 minuti.
Versate i bocconcini di soia e fateli rosolare bene mescolando continuamente.
Condite con sale e pepe e cospargete i bocconcini con la farina.
Infornate senza coperchio per quattro minuti poi togliete dal forno, mescolate per bene e rimettete in forno per altri 4 minuti.
Togliete la pentola dal forno e abbassate la temperatura a 160°C.
Rimettete la pentola sul fuoco e aggiungete il vino, unite anche il brodo in quantità tale che la soia ne risulti coperta.
Aggiungete il concentrato di pomodoro, gli spicchi d'aglio schiacciati, il timo e l'alloro.
Riportate la pentola ad ebollizione, poi coprite con coperchio o con un foglio di alluminio ed infornate regolando il calore in modo che il liquido sobbollisca molto lentamente per circa 2 ore (nel mio forno 160°C).

Mentre la carne è in cottura potete preparare le cipolline.


Cipolline brasate
circa 20 cipolline bianche ♦ 1 cucchiaio e mezzo di margarina vegetale  mezzo cucchiaio di olio di oliva 
120 ml di brodo di verdure ♦ sale e pepe 1 foglia di alloro 1 rametto di timo ♦ 2 rametti di prezzemolo

In una padella riscaldate l'olio, la margarina e aggiungete le cipolline.
Fatele saltare con delicatezza per 10 minuti cercando di non romperle.
Versate il brodo, salate, pepate, aggiungete le erbe e coprite parzialmente.
Fate cuocere il tutto per circa 40 minuti, ma dipende molto dalle cipolline, se usate quelle già pulite cuoceranno in circa 20 minuti.
Il liquido deve addensarsi e diventare quasi caramellato ma facendo in modo che le cipolline rimangano intatte.
Controllate spesso la cottura ed eventualmente scoprite  la pentola se vedete che le cipolline cuociono in fretta e il liquido di cottura non è del tutto evaporato.
Togliete le cipolline dal tegame e mettetele da parte mentre cuciniamo i funghi saltati.


Funghi saltati
450 g di champignon ♦ 2 cucchiai di margarina ♦ 1 cucchiaio di olio di oliva ♦ sale e pepe

Pulite e tagliate i funghi a fette di circa 1 cm.
Nella stessa padella dove avete cotto le cipolline fate spumeggiare la margarina e l'olio a fuoco vivace.
Aggiungete in padella pochi funghi alla volta e cuocete per 5 minuti agitando la padella. E' importante fare questa operazione con pochi funghi alla volta altrimenti se ne mettete troppi butteranno fuori tanta acqua e non diventeranno dorati, avranno semplicemente la consistenza dei funghi trifolati.
Man mano che sono pronti toglieteli dalla padella, salateli e teneteli da parte

A questo punto torniamo alla nostra bourguignon.
Togliete la pentola dal forno e se vi sembra che la salsa sia ancora un po' liquida potete metterla sul fornello e farla addensare a fuoco vivo. La ricetta originale prevede che le carote vengano eliminate filtrando la salsa attraverso un colino, ma io non le ho tolte perché mi piacciono molto cotte così.
Servite i bocconcini di soia alla Bourguignon nella sua casseruola oppure su un vassoio accompagnato dalle cipolline e dai funghi saltati. 
Potete aggiungere anche delle patate lessate oppure delle fette di polenta grigliate. 




4.10.14

Seitan con Buffalo vinaigrette



La ricetta  vista in questo bellissimo blog di cucina vegana. Il seitan viene cotto in cotoletta, una versione vegan delle ali di pollo di Buffalo, accompagnato dalla gustosa e piccante salsa vinaigrette e servito con formaggio vegan sbriciolato (trovato da Naturasì).
Divorato da tutti!!!
Buon fine settimana!!!!!


Ingredienti:
  • 150  ml di olio extravergine di oliva 
  • 4 cucchiai di salsa di peperoncino (quantità variabile secondo in vostro gusto)
  • 2 cucchiaini di sciroppo di agave
  • 3 grosse coste di sedano tagliate a pezzetti
  • 2 grosse carote tagliate a pezzetti
  • 2  grosso peperone rosso tagliato a pezzetti
  • 2 cucchiai di semi di lino macinati
  • 85 ml di latte di soia o di riso
  • 70 g di farina integrale
  • 70 g di farina di mais
  • sale e pepe quanto basta 
  • 4-6 fette di seitan
  • formaggio vegan
Procedimento:
In una ciotola unire 70 ml di olio di oliva, 3 cucchiai di salsa al peperoncino e lo sciroppo d'agave.
Unire il sedano, le carote e il peperone, mescolare bene e mettere da parte.
In un piatto fondo mescolare i semi di lino macinati, il latte di soia e il rimanente cucchiaio di salsa al peperoncino, se amate i sapori molto piccanti potete metterne anche di più.
In un altro piatto unire la farina integrale con la farina di mais, se volete potete usare anche solo farina integrale o farina di mais, con il sale e il pepe.
Passare le fettine di seitan nella farina, scrollare l'eccesso e passarle nella miscela al latte di soia e poi ancora nella farina.
In una padella scaldare l'olio rimanente a fuoco medio-alto.
Cuocere le fettine circa 3 minuti per lato fino a doratura.
Servire le bistecche di seitan accompagnata dalla Buffalo vinaigrette e cospargere con formaggio vegan sbriciolato.




1.10.14

Vegan cotolette di melanzane



Un secondo piatto facile e gustoso con un'impanatura vegan che avevo già provato per queste cotolette di seitan e che non mi ha deluso nemmeno questa volta.
Buona serata!!

Ingredienti:
 semi di girasole macinati (ma si possono usare anche sesamo, lino o zucca)  farina 00
 latte di soia non zuccherato  farina di mais tostata per impanatura o pane grattugiato*
olio di oliva per la cottura  sale

*Consiglio la farina di mais tostata, assorbe meno olio e l'impanatura risulta più croccante

Tritate finemente i semi con un macinacaffè.
In un piatto piano formate una pastella con i semi tritati e il latte di soia.
In un altro piatto mettete la farina 00 e in un'altro ancora il pane grattugiato o la farina di mais.
Tagliate le melanzane a fette di 1 cm o più se vi piacciono più spesse, passatele nella farina, poi nella pastella di semi e latte e infine nella farina di mais.
Scaldate un po' d'olio in una padella e cuocete le melanzane per circa 10 minuti da ambedue le parti (ma dipende da quanto le avete tagliate grosse, per controllare la cottura provate a infilzarle con una forchetta, se penetra facilmente sono pronte) fino a quando appariranno dorate e croccanti 
Scolate su carta da cucina, salate e servite con fettine di limone, se gradito.