21.7.14

Crostata alle pesche con pasta frolla ai ceci





Le foto di questa ricetta non mi piacciono per niente (ammetto che non mi sono impegnata molto per nessuna delle due torte...) ma le pubblico ugualmente anche perché non so quando potrò replicare la torta, con il caldo il mio forno va in vacanza..
Tempo fa mentre cercavo una ricetta di pasta frolla vegana che mi ispirasse mi sono imbattuta in questa.
Mi ha colpito subito l'idea di usare i ceci al posto delle uova ed ero sicura che il risultato sarebbe stato ottimo. I ceci legano molto bene l'impasto e hanno un sapore neutro, vi assicuro che non si sentono per niente, anzi, questa pasta frolla ha un sapore molto simile all'originale con le uova, ed è buonissima!!! L'unico inconveniente è che la frolla tende a scurirsi molto in fretta, specialmente ai bordi, in cottura va seguita, e se tende a scurire troppo si coprono i bordi con due fogli di alluminio.
Per le quantità ho fatto un po' a modo mio, non ho seguito alla lettera la ricetta, l'olio di cocco ho preferito sostituirlo con un buon olio di semi di girasole, ma anche un olio di oliva delicato può andar bene.
Ho preparato questa frolla già due volte la prima con un ripieno di pesche molto mature e la seconda usando delle pesche abbastanza sode. Mi è piaciuta di più la prima dove le pesche mature hanno formato una cremina densa nella seconda invece sono rimaste a pezzettoni.
Vi lascio la ricetta.
A presto!!



Ingredienti:
200 g di farina semintegrale
50 g di ceci secchi (circa 130 bolliti)
100 ml di sciroppo d'agave
125 g di mandorle
50 g di olio di semi di girasole
1/2 cucchiaino di sale buccia grattugiata di un limone
800 g di pesche mature
50 g di amido di mais
100 g di zucchero grezzo di canna (Demerara)
1 cucchiaino di cannella
il succo di un limone

Mettiamo a bagno i ceci per 24 ore.
Cuociamoli in abbondante acqua salata per circa due ore.
In alternativa potete usare 120-130 g di ceci in barattolo.
Frulliamo i ceci con lo sciroppo d'agave.
Tritiamo le mandorle in un macinacaffè fino ad ottenere una farina.
Mescoliamo la farina semintegrale con le mandorle macinate, aggiungiamo la buccia di limone e il sale.
Versiamo l'olio di girasole e la purea i ceci.
Impastiamo il tutto fino a formare un panetto, formiamo due palle, una un po' più grande dell'altra, che avvolgeremo in pellicola e faremo riposare in frigo per 30 minuti.



Laviamo e tagliamo a fettine le pesche, le mettiamo in una ciotola e uniamo la cannella, lo zucchero, un pizzico di sale il limone e l'amido di mais.
Riprendiamo l'impasto, stendiamo la palla più grande e rivestiamo il fondo di uno stampo a crostata da 24cm.
Stendiamo anche l'altra palla di impasto e ricaviamo delle strisce.
 Versiamo le pesche con tutto il loro succo nello stampo e ricopriamo con le strisce formando un motivo a gratella.
In alternativa potete sbriciolare la seconda palla di impasto sulla superficie della torta.
Spennelliamo con un cucchiaio di latte di soia e inforniamo a 180°C per 35-40 minuti, controllando la cottura per evitare che la torta scurisca troppo.







Nessun commento:

Posta un commento

Un grazie a tutti voi che avete dedicato un po' del vostro tempo al mio blog.
Barbara