22.10.15

Vegan torta di mele all'amaretto, senza zucchero



Una torta di mele che ho pensato per le persone diabetiche ma che tutti possiamo gustare evitando così l'eccesso di zuccheri. Per addolcire sfruttiamo il potere dolcificante della frutta.
L'idea mi è venuta mentre preparavo questa torta, un'aggiustatina alla ricetta ed eccola qua; una torta di mele cremosa e dolce al punto giusto, senza eccedere. 
Non usate mele troppo acide e aromatizzate la torta con quello che gradite di più, io ho usato del liquore all'amaretto ma va bene anche il rum oppure se non gradite gli alcolici nei dolci potete mettere cannella o buccia di limone aggiungendo 40 ml di latte di soia in più per compensare i liquidi.
Felice serata!!!

Ingredienti:
  • 30 g di amido di mais
  • 170 g di farina
  • 1 bustina di lievito in polvere
  • un pizzico di sale
  • 200 ml di latte di soia
  • 70 ml di olio di mais
  • 40 ml di liquore all'amaretto (oppure rum)
  • 50 g di uvetta (facoltativa)
  • 1 kg di mele dolci
  • una spolverata di zucchero per la guarnizione (facoltativo)


Preriscaldate il forno a temperatura moderata, 175-180°C.
Ammollate l'uvetta nel liquore all'amaretto.
Preparate la pastella: setacciate la farina con l'amido di mais, il lievito e il sale.
Versate il latte di soia mescolando con le fruste fino ad ottenere un composto liscio e senza grumi.
Aggiungete l'olio, l'uvetta, il liquore all'amaretto e mescolate bene.
Sbucciate le mele e tagliatele a fettine sottili lasciandole cadere man mano nella pastella,
Amalgamate bene con un cucchiaio di legno facendo in modo che le fette di mele siano ben ricoperte dalla pastella.
Versate l'impasto in uno stampo a cerniera da 22-24 cm, schiacciate bene la superficie con un cucchiaio.
Se volete potete spolverizzare le mele con un po' di zucchero in modo che facciano una leggera crosticina.


Infornate e fate cuocere 50 minuti, fino a quando la superficie sarà diventata bella colorata,
A fine cottura aprite il forno e lasciate la torta all'interno per un'altro quarto d'ora, poi toglietela e fatela raffreddare completamente prima di tagliarla.





Nessun commento:

Posta un commento

Un grazie a tutti voi che avete dedicato un po' del vostro tempo al mio blog.
Barbara