28.7.15

Vegan Blackberry pie (torta di more americana)


Se vi ritrovate in cucina con troppe more raccolte durante le vostre passeggiate in campagna o nei boschi e volete qualcosa di diverso dalla solita marmellata, provate questa torta. Vi assicuro che non ve ne pentirete, lo sciroppetto che fuoriesce al taglio della torta è qualcosa di delizioso!!!
Vi auguro una buona serata!!

Per questa torta vi serviranno:
  • 600 g di pasta brisée: 400 g di farina, 1 cucchiaino di sale, 180 g di margarina vegetale (o 120 ml di olio di semi di mais), 1 cucchiaio di zucchero a velo, 5-6 cucchiai di acqua ghiacciata.
  • 1,2 kg di more fresche
  • 150 g di zucchero
  • 2 cucchiai di succo di limone
  • 30 g di amido di mais o tapioca o fecola di patate
  • una spolverata di cannella (facoltativo)
  • 15 g di margarina vegetale a cubetti, facoltativa
  • 1 cucchiaio di latte o panna veg per spennellare la superficie della torta
  • una spolverata di zucchero semolato
  • uno stampo da 23-24 cm.

Preparate la brisée: solitamente la preparo a mano, ma quando fa' molto caldo preferisco usare un robot, si prepara più rapidamente e l'impasto si mantiene più fresco rispetto alla preparazione manuale.
Inserite nel robot la farina, il sale e lo zucchero, frustate brevemente ad impulsi per emulsionare il tutto.
Aggiungete la margarina tagliata a piccoli cubetti (o l'olio a temperatura ambiente) azionate ad impulsi fino a quando il composto non apparirà sbriciolato. Con le lame in movimento aggiungete un cucchiaio di acqua alla volta finché l'impasto non si sarà amalgamato. Non esagerate nel lavorare la pasta altrimenti, una volta infornata si indurirà e si restringerà. E' molto importante che l'impasto non assuma la forma di una palla, questo significa che è stato lavorato troppo. Per un impasto ottimale devono formarsi diversi mucchietti. Rovesciatelo su una superficie infarinata, compattatelo e formate una palla. Dividetela in due, appiattiteli leggermente formando due dischi di circa 10-15 cm, avvolgeteli nella pellicola e metteteli in frigo per 30 minuti.

Preparate il ripieno: lavate delicatamente le more e mettetele ad asciugare su un canovaccio, tamponatele leggermente, riversatele in una grande ciotola e conditele con il succo di limone. In una scodella unire lo zucchero, la cannella, l'amido di mais e mescolate bene. Versate sulle more e mescolate delicatamente

Preriscaldate il forno a 220°C. Stendete una palla di impasto su una superficie leggermente infarinata fino a formare un disco di circa 30 cm di diametro, posizionatelo nello stampo facendo fuoriuscire i bordi, copritelo con pellicola e mettetelo in frigo. Stendete anche l'altra palla di impasto e mettetela in frigo.
Riprendete lo stampo, versate le more e distribuite i pezzetti di margarina.


Coprite con l'altro disco, unite i bordi e rimboccateli all'interno dello stampo e formate un bordo ondulato.
Con un coltello praticate qualche taglio al centro della torta per facilitare la fuoriuscita del vapore, spennellate con il latte veg e per ultimo spolverizzate con lo zucchero.


Infornate nel terzo inferiore del forno e cuocete per 15 minuti, poi abbassate  190°C  e coprite con un foglio di alluminio se la superficie dovesse colorire troppo, continuate la cottura per altri 30 minuti, fino a quando i succhi della frutta inizieranno a fuoriuscire dai tagli e la superficie risulterà bella dorata.
Estraete la torta dal forno e fatela raffreddare per qualche ora su una gratella prima di tagliarla.
Gustatela con gelato alla vaniglia o panna leggermente montata, tutto rigorosamente veg.



16.7.15

Vegan pesto di peperoni crudi


I peperoni crudi sono tra le verdure che contengono il maggior quantitativo di vitamina C.
La cottura distrugge fino al 60% di questa vitamina.
Impariamo a mangiare più frutta e verdura cruda.
Io lo faccio già da un po, la mia alimentazione ora ha raggiunto un 70/% di crudo al giorno e i benefici sono innumerevoli; pelle più bella e luminosa, un'abbronzatura dorata e uniforme, tanta energia che mi aiuta a superare questi giorni di caldo con maggiore facilità e soprattutto piccoli problemini di salute che piano piano stanno svanendo....mi sembrano degli ottimi motivi per iniziare a introdurre più crudo nella nostra alimentazione.
Ah..dimenticavo, aggiungeteci anche un lieve ma costante calo di  peso..
Felice giornata!!


INGREDIENTI:
  • 300 g di peperoni rossi e gialli
  • 30 g di pinoli
  • 1 spicchio d'aglio
  • 10 foglie di basilico
  • un mazzetto di prezzemolo
  • qualche granello di sale grosso
  • 4-5 cucchiai di parmigiano veg
  • 20 ml di olio extravergine di oliva

Lavate delicatamente basilico e prezzemolo e fateli asciugare su un canovaccio.
Mettete l'aglio con il sale nel mortaio ed iniziate a pestare.
Aggiungete le foglioline di basilico e prezzemolo e lavorate ruotando leggermente il pestello, stracciando e non tranciando le foglioline.
Lavorate fino ad ottenere una consistenza omogenea.


Unite ora i pinoli e continuate a pestare.
Tagliate i peperoni a pezzetti e poi tritateli grossolanamente.
Uniteli al pesto di basilico e continuate a lavorare fino ad ottenere la consistenza desiderata.



Per ultimo unite il parmigiano veg e l'olio di oliva mescolando con un cucchiaio.
Se i peperoni avranno rilasciato un po' di acqua potete regolare il tutto aggiungendo dell'altro parmigiano veg.
Il nostro pesto è pronto!!



13.7.15

Vegan fresh fig pie {torta di fichi freschi}


Buongiorno a tutti!!!
Inizia la stagione dei fichi uno dei miei frutti preferiti!!! Premetto che per me il modo migliore di gustare questo splendido frutto è al naturale, io potrei mangiarne a quintali senza stancarmi..ma mi stuzzicava l'idea di fare una torta, quindi, visto che la raccolta promette bene, ne ho sacrificato un po' per preparare questo dolce pieno di frutta...
Felice settimana!!

Per questa torta vi serviranno:
  • 600 g di pasta brisée: 400 g di farina, 1 cucchiaino di sale, 180 g di burro all'olio di cocco
  • 1 cucchiaio di zucchero a velo, 5-6 cucchiai di acqua ghiacciata.
  • 2 kg di fichi freschi
  • 1-2 cucchiai di zucchero 
  • il succo di mezzo limone
  • una spolverata di cannella 
  • 15 g di burro all'olio di cocco a cubetti
  • 1 cucchiaio di latte o panna vegetale per spennellare la superficie della torta
  • una spolverata di zucchero semolato
  • uno stampo da 23-24 cm.

Per prima cosa prepariamo la pie crust con il procedimento che trovate qui.
Se per la vostra pie crust preferite usare l'olio potete provare questa, una ricetta che mi ha sempre soddisfatto e che ogni tanto preparo ancora quando non ho a disposizione l'olio di cocco.

Preparate il ripieno: lavate e sbucciate i fichi, tagliateli a pezzi, versateli in una ciotola e irrorateli con il succo di limone.
In una scodella unire lo zucchero, la cannella e mescolate bene.
Versate sui fichi e mescolate delicatamente.
Preriscaldate il forno a 220°C.
Dopo aver steso la crosta e averla fatta riposare in frigo, riprendete lo stampo, versatevi i fichi e distribuite i pezzetti di burro.
Coprite con l'altro disco, schiacciate i bordi e formate un bordo decorato, ondulato o schiacciandolo con i rebbi di una forchetta.
Con un coltello praticate qualche taglio al centro della torta per facilitare la fuoriuscita del vapore, spennellate con la panna e per ultimo spolverizzate con lo zucchero.


Infornate nel terzo inferiore del forno e cuocete per 15 minuti, poi abbassate 190°C e coprite con un foglio di alluminio se la superficie dovesse colorire troppo, continuate la cottura per altri 40-50 minuti, fino a quando la superficie risulterà bella dorata.
Estraete la torta dal forno e fatela raffreddare per qualche ora su una gratella prima di tagliarla.
Gustatela con gelato veg alla vaniglia o panna veg leggermente montata.







12.7.15

Vegan pesto rosso al mortaio



Per preparare questa stupenda salsa ho cercato molto in rete per trovare una ricetta che mi ispirasse, non tanto per gli ingredienti (come per tutte le ricette regionali ve ne sono tantissime versioni) ma ne cercavo una che mi spiegasse per bene il procedimento per preparare questo pesto con il mortaio.
Quando si tratta di preparare il pesto io sono molto esigente...detesto l'uso del mixer!!!
Non l'ho trovata e allora ho fatto un po' come mi suggeriva l'istinto.
Spero di non far arrabbiare gli amici siciliani, non ho la pretesa di insegnare loro come si prepara il pesto rosso, volevo solo far conoscere la mia variante vegan, inoltre la mia esecuzione avrà sicuramente delle lacune... premiatemi per la buona volontà...io ce l'ho messa tutta, anzi se avete suggerimenti e consigli saranno ben graditi, oppure una vostra ricetta collaudata, sarò molto felice di provarla!!!
Buona domenica a tutti!!


Ingredienti:
  • 20 g di basilico
  • 100 g di pomodori secchi
  • 100 g di mandorle 
  • 100 ml (o poco più) di olio extravergine di oliva
  • 2 spicchi d'aglio 
  • 50 g di parmigiano veg
  • 1 cucchiaio di aceto balsamico
  • Sale

Pelate le mandorle e fatele tostare in una padellina antiaderente per circa 10 minuti, scuotendo la padella per farle tostare da tutti i lati
Mettetele nel mortaio e pestate fino ad ottenere una consistenza fine.
Togliete la polvere di mandorle dal mortaio e tenetela da parte.

Lavate delicatamente il basilico e mettetelo ad asciugare su un canovaccio.
Mettete l'aglio con il sale nel mortaio ed iniziate a pestare.
Aggiungete le foglioline di basilico e lavorate ruotando leggermente il pestello, stracciando e non tranciando le foglioline.
Lavorate fino ad ottenere una consistenza omogenea.
Togliete anche il pesto di basilico dal mortaio e tenete da parte.
Tagliate a pezzetti i pomodori secchi, metteteli nel mortaio.
Pestate fino ad ottenere una crema.


Unite il pesto di mandorle e quello di basilico, aggiungete il parmigiano veg, l'aceto balsamico e l'olio extravergine di oliva un po' alla volta, mescolando bene fino a quando il tutto risulterà ben amalgamato.
Ora il vostro pesto è pronto per condire un bel piatto di pasta.
Se vi avanza trasferitelo in un vasetto e conservatelo in frigo ricoprendolo con altro olio, consumatelo entro un paio di giorni.



11.7.15

Peperoncini verdi al pomodoro



I pomodori ideali per questa ricetta sono i San Marzano, ma quando non è stagione io lo preparo con pomodori pelati, il risultato cambia un po' ma sono comunque buonissimi.
Buon sabato!!!


INGREDIENTI:
  • 500 g di peperoncini verdi (friggitelli)
  • 500 g pomodori pelati
  • 1 spicchio d'aglio spremuto
  • qualche foglia di basilico
  • olio extravergine di oliva
  • sale e pepe
Lavate i peperoncini verdi, privateli del picciolo, dei semi e asciugateli.
Coprite appena con un po' di olio il fondo di una padella, unite i friggitelli e fate cuocere a fuoco medio coprendo la pentola per 10-15 minuti, rigirando ogni tanto.
Quando i peperoncini saranno belli morbidi toglieteli con una schiumarola e teneteli al caldo.
Sbucciate e tagliate a metà per il lungo i pomodori.
Nella stessa padella di cottura dei peperoncini versate i filetti di pomodoro e lo spicchio d'aglio.
Cuocete a fuoco abbastanza vivace, aggiungendo un po' di basilico e per circa 5 minuti rivoltandole i filetti delicatamente a metà cottura.


Unite ora i friggitelli ai pomodori, aggiungete altro basilico, salate e pepate, mescolate amorevolmente e fate insaporire il tutto per qualche minuto.
Servite tiepido o freddo.





9.7.15

Verdure miste alle spezie




Un contorno di verdure miste, saporito e speziato con una nota dolce.
Negli ingredienti trovate il Mirin, un vino di riso liquoroso giapponese che si usa solo per cucinare, rende il fondo di cottura più vellutato e dona un buon sapore, si trova in vendita nei negozi specializzati in prodotti alimentari asiatici, se non lo trovate potete ometterlo o al limite sostituirlo con lo sherry.
Buona serata!!

Ingredienti:

  • 3 grosse carote fresche
  • 5  zucchine fresche
  • 2 grossi peperoni verdi
  • 1 lattina di fagioli borlotti lessati
  • 1 lattina di mais dolce lessato
  • 2 grossi pomodori
  • 1 spicchio d'aglio
  • brodo vegetale
  • zenzero fresco grattugiato ( a piacere)
  • 1 cucchiaino di cumino e peperoncino macinati
  • 1 cucchiaio di aceto balsamico
  • 1 cucchiaino di melassa o zucchero di canna
  • 1 cucchiaio di Mirin 
  • olio extravergine di oliva
  • coriandolo fresco tritato
  • sale e pepe
Tagliate le carote e le zucchine in quattro per la parte lunga, poi riducetele a pezzettoni rettangolari.
Tagliate i peperoni a grosse falde e poi a pezzettoni.
I pomodori tagliateli a metà, eliminate l'acqua e i semi e ricavatene dei cubetti.
In un grande tegame versate un po' d'olio, unite le carote e l'aglio spremuto.
Fate rosolare a fuoco medio per circa 5 minuti, poi unite un bicchiere di brodo vegetale, mettete il coperchio e proseguite la cottura per 10 minuti, fino a quando le carote si saranno un po' ammorbidite.
Unite ora i peperoni, le zucchine, i pomodori e mescolate bene.
Aggiungete lo zenzero, il mix di spezie, l'aceto balsamico, la melassa e il Mirin.
Mescolate ancora, coprite e fate cuocere per 10-15 minuti, aggiungendo qualche cucchiaio di brodo caldo al bisogno, le verdure devono risultare tenere ma al dente e il fondo di cottura leggermente rappreso.
Unite i fagioli, il mais, e fate insaporire qualche minuto.
Spegnete il fuoco e spolverizzate di coriandolo tritato.




8.7.15

Ghiaccioli al limone con polpa e scorzette



Vi va una pausa rinfrescante e rigenerante? Vi offro questi ghiaccioli al limone preparati con la polpa e con le scorzette.
Buona serata!!

Ingredienti per 6 ghiaccioli da 70 ml:
  • 150 g di succo di limone (circa 3)
  • 300 ml di acqua
  • 100 g di zucchero
  • buccia di 3 limoni biologici
Grattugiate la scorza dei limoni con una grattugia a fori grossi prestando attenzione a non grattugiare la parte bianca. 
Spremete il succo, schiacciate la polpa con una forchetta e aggiungetela al succo.
In un pentolino versate l'acqua, lo zucchero e le scorzette di limone, portate a bollore e cuocete 2-3 minuti.
Unite il succo, fate raffreddare e suddividete lo sciroppo negli stampini.
Mettete in freezer fino a quando si saranno solidificati, meglio se tutta la notte.



Vegan zuppa fredda di verdure estive (cucina ciociara)



Ricetta vista nel blog della bravissima Taly, quindi per dosi e procedimento vi mando da lei, mi pare giusto così. Io amo la cucina povera di una volta e quando vedo una ricetta della tradizione che posso facilmente veganizzare non ci penso molto, anche se in questo piatto non c'era poi molto da veganizzare, bisognava solo sostituire il Parmigiano Reggiano con il mio parmigiano vegan,.
Vi posso solo consigliare di provarla..una zuppa fredda di verdure così buona non l'avevo mai assaggiata!!!
A presto e...grazie Taly!!!




7.7.15

Insalata di pasta con verdure crude



Vi lascio un'idea per stasera, perfetta per una cena veloce, leggera e sana.
Buona serata!!


Ingredienti per 300 g di pasta:
1 zucchina piccola e freschissima  1 carota  1 pezzo di cavolo cappuccio verde
1 piccolo peperone verde  1 piccolo peperone giallo  1 grande costa di sedano (con le foglie)
4-5 coste di cicoria catalogna (con le foglie) ♠ 5 rapanelli 
1 piccolo spicchio d'aglio  qualche foglia di basilico  qualche goccia di succo di limone
sale  pepe  olio extravergine di oliva  parmigiano veg


Tagliate a julienne la carota e la zucchina.
Affettate finemente il cavolo cappuccio, i peperoni, il sedano, la cicoria catalogna e i rapanelli.
Raccogliete in una ciotola tutte le verdure, unite il succo di limone, l'aglio spremuto, il basilico spezzettato, condite con sale e pepe e un filo d'olio.
Cuocete la pasta in acqua bollente salata e scolatela al dente.
Raffreddatela sotto acqua corrente ed unitela al condimento, girando accuratamente finché quest'ultimo non sia ben distribuito.
Servite subito spolverizzando con parmigiano veg.